Resta in contatto

News

Liverani: “Servirà la stessa prestazione della Juventus. Mercato? Due centrocampisti, poi vediamo”

Il tecnico del Lecce presenta la gara contro la formazione di Conte, tra assenze, auspici in campo e sugli spalti e pillole di mercato.

LE ASSENZE. “Non ci saranno Farias, Shakhov e Calderoni, mentre c’è Lapadula: “Lapa ha avuto la dissenteria, ma è stato recuperato. Questi piccoli intoppi non fanno piacere ma fanno parte del periodo. E’ disponibile e potrebbe partire dall’inizio”.

TERZINI. “Donati a sinistra? E’ un’ipotesi, quando si hanno le difficoltà in certe situazioni, bisogna cercare di fare una squadra equlibrata sapendo anche chi si affronta. Donati conosce il ruolo, Meccariello ha giocato a destra e sono situazioni possibili. Valuto opzioni sicure, non mi piace spostare molti giocatori e non mi piace mettere in cattive condizioni troppi giocatori. Sono opzioni fattibili perchè gli atleti lo sanno”.

PER FAR RISULTATO. “Io credo che questa sulla carta è una gara impari, come contro la Juventus. Basta guardare la rosa e la cronologia dei giocatori. Con i bianconeri abbiamo concesso loro le possibilità ma alla fine è andata così. Serve corsa, personalità e un pizzico di fortuna. Contro le grandi squadre serve”.

AUGURIO. “Dico ai ragazzi di godersi e voler affrontare una squadra che lotterà fino all’ultimo con Juve e Lazio. E’ un premio meritato per ciò che hanno fatto l’anno scorso”.

FELICITA‘. “Anche con difficoltà, stiamo facendo un campionato dignitoso, era quello che ci siamo prefissato. Vedendo gli scorsi campionati, una o due neopromosse erano già in B. Il Lecce, oggi, ha le stesse percentuali di permanenza in A con altre tre squadre. Poi aggiungerei altre squadre che non sono lontanissime. Non è tutto nero ora, non era tutto oro prima. Con voglia e attenzione ce la giochiamo.La difficoltà è nata per tanti fattori, se recupereremo saremo capaci di giocarcela con tutti”.

MAJER. “Ha avuto un problema grande al polpaccio per tutto il girone d’andata. E’ stata una defezione importante per caratteristica, non averlo al 100 percento è stato un problema, mi auguro che lui, come gli altri, non abbiamo problemi fisici. Serve aiuto per il prosieguo del campionato”.

ALENATORI. “Spero di avere tutti per alzare la competizione in settimana, cosa che non abbiamo mai avendo avuto scelte obbligate. Questo non porta alzamento di attenzione e qualità. Inconsciamente, quando il posto è assicurato non si alza il livello. Succede da tutte le parti, non a Lecce. Questo è stato un problema”.

STADIO ARMA IN PIU’. “Non faccio proclami e credo in quello che dico. Non cerco consensi fuori e vado per il mio lavoro. A prescindere da domani, noi non dobbiamo lamentarci della presenza del tifo. A prescindere dalle top con tanti infiltrati presenti allo stadio, l’assenza del Lecce dalla Serie A ha fatto sì che tanti bambini tifassero non solo il Lecce. Cerchiamo di lavorare anche per far diventare la gente tutta del Lecce. Anche se sembra scontato, fare 28, 27, 25mila spettatori è stato un obiettivo importante di questa proprietà e di questi calciatori. L’obiettivo va mantenuto a lungo”.

CENTROCAMPO. “Arrivano due giocatori sicuramente che fanno parte del rombo. Le caratteristiche starà a me gestirle e le vedremo dopo. Il terzo giocatore da prendere è una riflessione da prendere negli ultimi giorni, faremo una riflessione su dove prenderlo. Due giocatori arriveranno in mediana”.

E IL RINFORZO IN DIFESA. “Difensore centrale? E’ una scelta, devo trovare uno che abbia caratteristiche diverse dai nostri. Djidji sarebbe ottimo, s’integrerebbe alla grande con i nostri. Se il nome dovesse avere le caratteristiche di Lucioni, Meccariello, Rossettini e Riccardi sarebbe inutile”.

TACHTSIDIS. Liverani sorride e spiega: “Ci sono dei momenti per tutti, ora ha delle difficoltà e lo sa. Lavora per migliorare, delle volte ci dà qualità altre volte meno. Come gli altri, ha avuto momenti positivi e negativi. Non credo che il Lecce possa dipendere da un calciatore. Pana ha avuto alti e bassi come tutti, non è l’ago della bilancia”.

CONTRO L’INTER. “Qualche episodio contro i neroazzurri? Sempre partite molto belle, tirate e con tanti gol. Lazio-Inter erano gare di spessore. Meglio ricordare cose negative: vincevamo 3 a uno e fece due gol Emre, il secondo fu un cucchiaio da fuori area su Peruzzi, straordinario. Il livello era molto alto, erano match di grande temperamento e intensità, ma di grande rispetto. Io? Ho fatto un paio di assist in una partita che vincemmo”.

COSA NON DOVRA’ MANCARE NEL RITORNO. “Prestazioni e posizione dove siamo adesso”.

GIOCO TIMIDO IN AREA AVVERSARIA. “Credo che sia il momento. Qualche risultato negativo porta ad avere il braccino del tennista essendo prudente in delle situazioni. Dobbiamo farlo con equilibrio, ma senza perdere la responsabilità. Per segnare dobbiamo riempire l’area di rigore, ok giocare ma bisogna pungere negli ultimi metri. Il percorso del girone d’andata ci dice che difficilmente noi non abbiamo mai creato. E’ questo che non dobbiamo perdere, mentre miglioriamo altro. In A se non riempi l’area di rigore non segni. A oggi non abbiamo grandi tiratori da fuori, abbiamo creato tanti pericoli solo con tanti in area”.

SERSE COSMI. In settimana sono arrivati i complimenti di Cosmi: “Gli faccio un grande in bocca al lupo per il ritorno in panchina. So quanto è importante Perugia per lui. Mi fa piacere avere la stima di un altro collega, per me è più di un allenatore, vanno a toccare il lavoro e la vittoria. L’ultima vittoria con lui? Speriamo che sia di buon auspicio”.

BABACAR. “Abbiamo tanta fiducia in lui, tecnica e economica. Credevamo e crediamo molto in lui. E’ tornato dalle vacanze con un piglio diverso, può diventare il valore aggiunto per raggiungere il nostro obiettivo”.

4 Commenti

4
Lascia un commento

avatar
4 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Alberto Cataldi Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Alberto Cataldi
Ospite
Alberto Cataldi

Vedo una squadra pronta senza chiudersi ma giocare a viso aperto i ragazzi da parte loro hanno tutto il tempo per guadagnare il campo e tirare in porta appena possibile. Forza ragazzi e forza Lecce. 💪

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Va be’…stiamoci a casa che è meglio allora…!!

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Non speriamo. Lottiamo e cresciamo

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Speriamo bene

Advertisement

Michele Lorusso

Ultimo commento: "ricordo con tanto piacere quel Lecce per tanti anni sfioravamo la B finalmente con Mimmo Renna la centrammo grande Lecce con Lorusso e Pezzella come..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Attaccante moderno. Peccato sia andato via presto"

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Sa di calcio come pochi. Saggezza concretezza umanità"

Pedro Pablo Pasculli

Ultimo commento: "Finalizzatore fantastico"

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Fosforo e grinta"
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News