Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

GdM – Meluso: “Non dobbiamo perdere la nostra identità”

Il diesse giallorosso alla vigilia della partita contro la Fiorentina parla del momento positivo della squadra da continuare a tutti i costi.

CAGLIARI. E’ innegabile che ci sia rammarico per non aver conquistato l’intera posta in palio, a dispetto di una grande prestazione e delle tante opportunità da gol, anche nitide, che abbiamo creato. A darci fiducia e convinzione circa le nostre possibilità di salvezza, però è proprio la prova sfoderata dalla squadra. Si è rivisto il collettivo capace di giocare applicando le idee di mister Liverani, riuscendo ad essere propositivo nella maniera giusta. A questo si aggiunga la commovente abnegazione che dimostrano tutti, da ogni calciatore ai componenti dello staff. Ciascuno sta facendo sacrifici enormi pur di dare il proprio contributo zl raggiungimento dell’agognato traguardo”.

GLI INFORTUNATI. Lo sapremo tra oggi e domani, dopo i necessari approfondimenti diagnostici. Questa, purtroppo è la conseguenza del fatto che si gioca ogni tre giorni, con un caldo afoso, per di più match che comportano anche un dispendio notevole dal punto di vista mentale, stante l’importanza dei punti in palio. Sapevamo in partenza, del resto, che un finale di stagione così congegnato ci avrebbe creato più di un problema, in quanto abbiamo una rosa meno ampia di altre. Nonostante un campionato purtroppo falsato dalla pandemia che ci ha costretti a fermarci per tre mesi ed ora a scendere in campo a ritmi serrati, però, il Lecce sta dimostrando di essere vivo, deciso a giocare sino in fondo tutte le proprie carte pur di restare in A”.

BABACAR, FARIAS E PAZ. Stanno mettendo in mostra le proprie qualità. Il Senegalese ed il brasiliano sono stati frenati a lungo da alcuni acciacchi na negli ultimi tempo stanno facendo bene. L’argentino è giunto a gennaio ed ora, complici gli infortuni di Rossettini e di Meccariello, ha avuto spazio e  si è fatto trovare pronto. Tutti e tre stanno garantendo il proprio apporto, con la massima applicazione”.

FIORENTINA. Da qui alla conclusione dell’annata agonistica ogni incontro ed ogni punto avranno un’enorme importanza sul risultato finale del nostro campionato. Sul piano aritmetico, però, la gara con la Viola non sarà decisiva, in quanto dopo ci saranno altre 15 lunghezze a disposizione. Con il diminuire delle sfide, comunque, cresce il loro peso specifico nell’economia della corsa salvezza, il che vale per tutte le squadre”.

LA PARTITA. Carico di tensione. La posta in palio si preannuncia preziosa per noi, ma i nostri rivali, pur messi meglio in classifica, non sono ancora al sicuro. Il Lecce dovrà interpretare l’incontro, partendo dalle certezze che si è costruito nelle ultime uscite giocando palla a terra e con personalità con la propria identità”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da News