Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

E’ un Bologna affamato a metà. La classifica è ok, ma la vittoria manca da 5 turni

I rossoblu stanno cercando di dare un senso ad una stagione più che positiva fino alla vittoria in casa Inter, dopo la quale sono mancati gli stimoli per tornare ad esultare.

Messi alle spalle scontri diretti e sfide con le big, per il Lecce è tempo di misurarsi con tre squadre che, chi più chi meno, avranno poco quasi zero da chiedere al campionato. Prima tra queste il Bologna decimo in classifica e grossomodo equidistante da zona retrocessione e rimandate velleità europee. I rossoblu dovrebbero vivere un periodo di tranquillità, che è però messa a repentaglio da una serie di risultati non propriamente positivi.

Una condizione attuale che è tutto sommato lo specchio della stagione del Bologna, fatta di tante note positive ma anche di un senso di “si poteva fare di più”. I felsinei hanno risentito solo in parte del dramma, per fortuna superato, di Sinisa Mihajlovic. Da quando il condottiero è tornato in panchina in inverno Palacio e compagni non hanno più mollato la presa, dimostrando che non erano certo squadra da lotta per la salvezza ed anzi impensierendo più di qualcuno nella parte medio-alta della classifica.

Almeno fino alle ultime giornate, quando invece una flessione c’è stata eccome. Forse figlia del colpaccio in casa Inter di otto turni fa, esaltante vittoria di fatto valsa la salvezza stra-anticipata. Poi, però, il peggior momento della stagione emiliana, con cinque gare senza vittorie frutto di un fisiologico calo fisico, di intensità e di concentrazione. Situazione che certo non è piaciuta al condottiero serbo, che ha più volte strigliato i suoi, soprattutto dopo la manita con il Milan.

Eppure dal punto di vista numerico a Mihajlovic non mancano le scelte. Tutt’altro, almeno per quanto riguarda difesa e attacco dove in particolare elementi come Dominguez, Soriano e un Barrow formato big hanno dimostrato una condizione ottima. Su di loro, e sulla voglia di riscatto dei vari Orsolini, Sansone e Santander, si poggiano le speranze rossoblu di dare un senso al finale di campionato.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da Approfondimenti