Resta in contatto

News

GdM – Longo: “Sarà una serie B tra le più complicate degli ultimi anni, ma vedo comunque un Lecce grande protagonista”

L’allenatore Moreno Longo, che ha centrato il salto dalla B alla A nel 2017/2018, sulla panchina del Frosinone, e che, nella parte finale della scorsa annata agonistica, ha guidato il Torino, in massima serie, parla a La Gazzetta del Mezzogiorno (intervista di Antonio Calò) del nuovo corso giallorosso.

LECCE PROTAGONISTA. «Vedo un Lecce grande protagonista. Non solo perché si tratta di una grande piazza, ma anche per la maniera nella quale si è mossa la società che, quando ha deciso di sostituire un direttore sportivo come Meluso ed un tecnico come Liverani, che nel Salento hanno fatto molto bene, ha puntato su due professionisti di altissimo livello come Corvino e Corini. A questa considerazione si aggiunge il fatto che, proprio il club salentino, è uno di quelli che si sono mossi di più e meglio sino ad oggi, in un mercato decisamente anomalo sotto molti profili».

ALLENATORE DI PAGANINI. «Luca è un calciatore che stimo tantissimo. Ho spesso tentato di averlo nelle formazioni che ho allenato. Sa disimpegnarsi da interno, da esterno o da attaccante, nel centrocampo a 4 come in quello a 5 e nella prima linea a 3. Ha nel suo dna un bottino personale di 5/6 gol a torneo. Inoltre, è un ottimo ragazzo».

ALTRI ACQUISTI GIALLOROSSI. «Coda è un attaccante di razza, di quelli da doppia cifra in quanto a reti realizzate. Henderson, in B, si è comportato bene con Bari, Verona ed Empoli. Listkowski e Zuta bisognerà attenderli all’impatto con la nuova realtà del calcio italiano. Al di là di chi è arrivato e di chi ancora giungerà, però, il sodalizio salentino può contare sullo zoccolo duro della formazione che è retrocessa dalla A, che dà garanzie».

PORTE CHIUSE. «Salterà il fattore campo e ad essere penalizzate saranno quelle compagini che possono contare su una tifoseria calorosa e numerosa. Per il Lecce si tratterà di un handicap».

CHE SERIE B SARA’? «Una delle più complicate degli ultimi anni. I club che puntano alla promozione sono tanti, tra quelli retrocessi, alcuni dei neopromossi e quelli che già erano ambiziosi oppure che hanno fatto bene nella passata stagione. La classifica sarà cortissima e si lotterà sul filo del punticino sino all’ultimo turno. Difficilmente potrà registrarsi una fuga come quella del Benevento 2019/2020».

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Ogni anno dicono sempre la stessa cosa. Che pelotas……….😖😖😖😖😖

Advertisement

Pedro Pablo Pasculli

Ultimo commento: "Un sogno che speriamo ritorni con un giovane di pari valore"

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Grande Carletto indimenticabile!"

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Beto Beto Beto mina la bomba! Mina la bombaaa! LU meghiu."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "L'ho visto crescere, abitavamo a pochi metri alla Staffa, alla 167. É stato un ottimo giocatore di A e B. Come allenatore non saprei, ma a lui come a..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Una classe cristallina"
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News