Calcio Lecce
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

QdP – Papadopulo: “Seguo il Lecce targato Corini. Gli auguro di riportare il Salento nel cielo della Serie A”

L’ex allenatore Giuseppe Papadopulo parla a Il Quotidiano di Lecce (intervista di Antonio Imperiale) del Lecce di oggi targato Corini: non manca, come è ovvio che sia, un ricordo dei suoi tempi giallorossi.

PAURA COVID. «Fa davvero tanta tristezza qui questo maledetto Covid. La vita si è fatta grigia. Sono ancora i giorni dell’ansia, della paura, questi che viviamo. La pandemia ci ha tolto anche la gioia di uno stadio pieno di folla. L’urlo strozzato in gola al calcio. I campionati condizionati dall’esito dei tamponi che magari decidono la partita, i risultati».

RICORDI GIALLOROSSI. «Due stagioni nel segno della felicità, indimenticabili, nel Salento. Ci arrivai la vigilia di Natale del 2006, in sostituzione di Zeman. Furono annate favolose, quelle del “batti cinque”. Cinque vittorie in fila nel campionato quando arrivammo al nono posto, fiorì una profumatissima primavera, dal 17 marzo al 6 aprile, cinque successi, tre al Via del Mare, due in trasferta, passando dal Modena, alla Triestina, all’Arezzo, al Piacenza, al Crotone. Ci fermò la Juventus. L’anno successivo partimmo con una serie iniziale positiva di ben sette giornate per diciassette punti (cinque vittorie e due pareggi). Condannati ai play off dalla sconfitta col Bari, cinque successi uno dietro l’altro li infilammo nelle due ultime partite del campionato regolare, a Messina (3-1) e in casa col Vicenza (1-0) e a seguire nei play off con il Pisa al “Via del Mare” e in trasferta nella doppia semifinale e ancora sul campo dell’Albinoleffe, contro il quale il 15 di giugno pareggiammo 1-1 nel nostro stadio, con trentamila tifosi in festa».

LECCE DI CORINI. «Seguo il Lecce di Corini, il Pirlo del mio Palermo, magari anche più mobile, sta facendo cose strepitose, record di gol, calcio spettacolo, quattro esaltanti vittorie consecutive. Io gli auguro che raggiunga sabato il mio doppio “record” leccese delle cinque vittorie in fila, e che vada oltre, per riportare il Salento nel cielo della serie A, che è il cielo di una terra meravigliosa».

IL SUO LECCE. «Avevamo grandi bomber pure noi, Abbruscato, Tiribocchi, che avevo portato con me da Siena dove avevamo vinto il campionato, avevamo Corvia, Valdes, Ardito, un altro voluto da me; questo Lecce ha Coda, che seguo da anni e segna sempre con grande regolarità, il polacco Stepinski, Pettinari, uomini come Tachtsidis, Mancosu e Falco fantastiche in serie A. Se ci si può permettere di far giocare Falco solo nel finale, vuol dire che c’è una rosa di grande qualità alla quale l’allenatore può attingere, che c’è un insieme di giocatori bravi in sintonia tecnica ed umana, accomunati da unità d’intenti. C’è una grande società, un direttore generale come Corvino, grandissima competenza ed esperienza».

CORVINO, GALLIANI E BRAIDA IN B. «Ed io aggiungo Angelozzi che ho avuto a Lecce».

DISSAPORI CON LUI? «Non condivisi una sua richiesta. Mi piace comunque riconoscere in lui competenza e qualità. Questa serie B è un campionato che si è impreziosito di esperienze molto importanti, sarà serrato sino alla fine. La Salernitana ha grandi numeri, così come il Frosinone, l’Empoli, il Pordenone che gioca molto bene, il Chievo, ma anche la Spal e magari il Monza e poi le immancabili sorprese. C’è il Venezia che proverà a far rallentare la corsa del Lecce».

LECCE-VENEZIA. «Una gara aperta ad ogni soluzione. Non vi sono certezze. I veneti si esprimono molto bene, hanno un ottimo allenatore in Zanetti che ha formato un gruppo molto affiatato e motivato, che propone un gioco offensivo. Ha solo un punto in meno del Lecce, così come il suo bomber Forte ha segnato solo un gol in meno rispetto a Coda. Coda-Forte, sarà uno dei motivi della partita che garantisce spettacolo».

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

L'ex centrocampista del Lecce degli anni 2000 potrebbe subentrare a Cristian Chivu....
Quella del 18 maggio sarà una giornata che per Remi Oudin e tutta la sua...
Il nostro consueto buongiorno con la rassegna stampa delle principali prime pagine dei quotidiani sportivi...

Dal Network

Altre notizie

Calcio Lecce