Resta in contatto

News

GdM – Abruzzese: “Lecce-Frosinone? Due squadre di valore, ma i giallorossi hanno un attacco super”

L’ex difensore giallorosso Giuseppe Abruzzese parla a La Gazzetta del Mezzogiorno (intervista di Antonio Calò) della prossima sfida che attende i giallorossi contro il Frosinone, sabato pomeriggio a partire dalle 14.

RICORDI. «La finale dei playoff del 2013/2014 ha lasciato in tutti noi grande amarezza, in quanto abbiamo perso il salto di categoria in circostanze alquanto sfortunate, per episodi. All’andata, nel Salento, in vantaggio per 1-0, abbiamo subito l’1-1 in maniera rocambolesca. Nel ritorno, in Ciociaria, avanti per 1-0, abbiamo sfiorato il raddoppio con una conclusione di Beretta che si è stampata sul palo e pochi minuti dopo abbiamo perso Miccoli per infortunio. Così, alla lunga, a fare festa sono stati i nostri rivali».

LECCE-FROSINONE DI OGGI. «Si tratterà di un incontro importante, ma che non è paragonabile a quello del giugno 2014.  In questo caso, sarà una tappa di un lungo cammino e non una gara da dentro o fuori. In campo ci saranno due complessi che hanno grandissima qualità, attrezzati per ambire al massimo traguardo. L’undici salentino è reduce dalla retrocessione dalla A e la società ha allestito un organico di altissimo livello per farvi immediato ritorno. Il sodalizio ciociaro, dopo avere iniziato la propria ascesa nel 2013/2014, nelle stagioni seguenti si è cimentato in A oppure ha lottato al vertice in B. Insomma, parliamo di due big assolute».

CARATTERISTICHE. «Possono contare su elementi di assoluta caratura in tutti i reparti. Tendono ad esprimere un calcio sempre positivo ed a provare ad imporre la propria identità, attraverso il gioco. In simili sfide a fare la differenza sono la voglia di gettare il cuore oltre l’ostacolo, la concentrazione, l’attenzione e l’applicazione. Occorre sbagliare il meno possibile. La cura dei dettagli, nell’arco della partita, dal primo all’ultimo minuto, è determinante ai fini del risultato».

LECCE DI OGGI. «Ha un potenziale offensivo di altissimo livello, probabilmente il migliore della serie B. Generalmente ha un buon equilibrio perché giostra bene in entrambe le fasi. È una formazione a trazione anteriore, ma sa come comportarsi quando la palla è in possesso degli avversari, pur avendo incassato qualche gol in più delle altre big. Dispone di calciatori fortissimi per la B non solo in prima linea, ma anche a centrocampo, in difesa e in panchina, in quanto ha alternative di lusso».

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Un calciatore esemplare, un campione che avrebbe meritato di più. Purtroppo come regista nella sua Argentina c'era un certo Diego Maradona... ma..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Volevo dire Curva Nord, ma è uscito Curva Sud. Un lapsus, dovuto al contenuto del mio intervento...."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Barbas era il numero 1 gli altri tutti dietro, chi non è più giovane e ha visto giocare Beto ti dice senza paura di essere smentito che era uno dei..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Per chi era tutte le domeniche allo stadio e un ricordo che ancora oggi si sente la mancanza si sente soprattutto come spogliatoio nonostante era di..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da News