Resta in contatto

News

Giambene (DAZN): “Il Lecce sta ancora cercando equilibri complicati. Domani match aperto”

Alla vigilia del match tra Lecce e Virtus Entella, il giornalista di DAZN Claudio Giambene ha parlato dei giallorossi nell’intervista rilasciata a PianetaSerieB.it.

LAVORI IN CORSO. “Non possiamo dire che il peggio per il Lecce sia alle spalle, perché è una squadra che è ancora alla ricerca di equilibri complicati. Ci sono stati segnali di ripresa dopo la rivoluzione che ha portato al centro del progetto giovani colpi come Hjulmand, Bjorkengren e Rodriguez, nonché esclusioni eccellenti come quella di Tachtsidis. Credo che il recupero di Marco Mancosu a pieno regime sia la chiave per il finale di stagione del Lecce. A Pescara, ad esempio, sono stati persi due punti molto sanguinosi e ciò è dipeso anche dal fatto che i subentrati come Mancosu e Tachtsidis non hanno dato il giusto apporto. Fermo restando che, secondo me, il Lecce non deve arrivare a Pescara a giocarsela all’ultima azione”.

ENTELLA. “Mi aspetto una partita senza pareggi, in cui entrambe hanno l’obbligo di vincere. È chiaro che c’è un gap forte a favore del Lecce che ha già buttato quattro punti nei minuti di recupero, quindi ora ha l’obbligo di vincere per riavvicinarsi al secondo posto. Dall’altra parte c’è l’Entella che ha fatto registrare il primo pareggio dell’era Vivarini dopo 4 vittorie e 12 sconfitte, e da qui alla fine dell’anno deve soltanto provare a vincere le partite. Lo fa sempre perché esprime un gioco non speculativo né conservativo, purtroppo però i liguri hanno tanti problemi sui calci piazzati. Mi aspetto una partita aperta a qualsiasi risultato, col pronostico a favore del Lecce, ma l’Entella, a questo punto, non ha niente da perdere”.

RODRIGUEZ. “Un pochino mi aspettavo la sua esplosione perché come caratteristiche del giocatore pensavo che avrebbe potuto fare molto bene. Quando Corvino si butta su un talento così e immediatamente, significa che vede qualcosa oltre. Io lo avevo visto anche nella Youth League col Real Madrid e Pablo è obiettivamente un giocatore di grande intelligenza, di tecnica e ha quello che a Lecce chiamano il sangue agli occhi e questa è la caratteristica principale per emergere in Serie B. Se mescoli qualità tecniche, rapidità e spirito da battaglia, è difficile fallire. Se non avesse avuto problemi fisici, secondo me, avrebbe inciso molto già nella prima parte della stagione”.

SOCIETA’. “Secondo me il Lecce è una società modello in Serie B perché, pur essendo una giovane proprietà, ha sempre ottenuto dei buoni risultati. Mi riferisco anche alla scorsa stagione in massima serie, in cui la retrocessione è arrivata per una serie di contingenze anche sfortunate. Hanno avuto la forza di rifare tutto subito, di rimettere tutto in discussione, affidandosi a Corvino che è un grande conoscitore di mercati meno battuti. Secondo me quest’anno ha inciso molto quel periodo a dicembre in cui Corini è stato fuori quasi un mese per il Covid. Ora è necessario, come dice il presidente Sticchi Damiani, mantenere viva la fiammella per la promozione diretta ma stare molto attenti a non fare scelte sbagliate”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Un grande uomo che di calcio ne capiva"

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "'Grande Beto"

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Talentuoso attaccante,anche creativo ed efficace"

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Come posso rivederlo"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Indimenticabile il gol al Piacenza quando giocava nell'Inter, si è fatto tutto il campo saltando gli avversari come birilli e segnando un gol da..."
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!
Advertisement

Altro da News