Resta in contatto

L'angolo dell'avversario

Parma, si presenta Tutino: “Porterò fame e cattiveria”

Il neo attaccante del Parma pronto a dare una mano ai crociati. “Il Napoli e il mio agente sapevano la mia volontà, vogliamo fare un campionato da protagonisti”

Il nuovo attaccante del ParmaGennaro Tutino, ha parlato al Centro Sportivo di Collecchio subito dopo l’allenamento mattutino a due giorni dall’esordio in casa del Frosinone. “Mi sto trovando bene fin dai primissimi giorni con la squadra e con il modo di lavorare del mister, stiamo lavorando tanto e dobbiamo solo continuare a fare quello che stiamo facendo. Maresca è un allenatore che chiede tantissimo ai suoi giocatori, soprattutto, sul piano della personalità, nel modo di approcciare le partite e di comandare il gioco. Se le cose vengono fatte bene per un attaccante risulta molto più facile perchè ci possono essere più palle gol e si gioca di più nella metacampo avversaria”.

LUNGA TRATTATIVA. “Diciamo che è stata abbastanza lunga però il Napoli e il mio agente sapevano qual era la mia volontà e io sono rimasto tranquillo continuandomi ad allenare che era l’unica cosa che potessi fare”.

RUOLO PREFERITO. “Negli ultimi due anni ho giocato come punta però l’esterno prima l’avevo sempre fatto. Il mister ha la mia totale disponibilità dove serve“.

COMPLEANNO. “Venerdì il mio compleanno cade proprio in concomitanza con l’esordio a Frosinone. Dipenderà da noi, dobbiamo sicuramente partire bene e vogliamo fare un campionato da protagonisti perchè bisogna riportare il Parma dove merita. Sarebbe importante vincere la partita per fare un regalo a me e a tutti i tifosi“.

SERIE B. “Sarà il quarto campionato di serie B che affronto, sono giovane però penso di avere una discreta esperienza in questa categoria. Ci vogliono fame e cattiveria che se vengono a mancare dopo si fa fatica. Nessuna partita è facile, è molto diversa dalla serie A dove è quasi scontato che la prima vinca contro le ultime in classifica. In B corrono tutti e danno tutti il massimo, noi avendo più qualità delle altre dovremmo mettere anche quella cattiveria agonistica e voglia in più di vincere le partite”.

ESPERIENZE PASSATE. “Salerno e a Cosenza eravamo due grandissimi gruppi, per raggiungere gli obiettivi bisogna essere uniti e tutti si sacrificavano per i compagni e per la causa. Si faceva una corsa in più e si aveva veramente la voglia di raggiungere gli obiettivi preposti all’inizio della stagione. Penso che Tutino possa portare a questa squadra un po’ di cattiveria e di fame che mi ha contraddistinto negli ultimi anni. Ho dimostrato di essere un tipo di giocatore con grinta e tenacia, senza di quella anch’io farei fatica”.

MODELLI. “Negli ultimi anni ce ne sono due-tre che mi piacciono, sono dei campioni per cercare di migliorare e capire come riescono a fare determinate cose. Uno degli attaccanti che mi piace tantissimo è Benzema del Real Madrid anche se come caratteristiche potrei assomigliare, in un certo senso, ad Aguero del City“. 

PARMA. “Sinceramente non avrei potuto rifiutare un’offerta del genere dal Parma che è la quarta squadra italiana con più trofei in Europa. Il mio obiettivo come penso quello di tutti è di ritornare in serie A l’anno prossimo, non sarà facile e dovremo lavorare tanto. Le certezze non ce le danno i nomi bensì il lavoro quotidiano che fai tutti i giorni, bisogna pedalare, andare in campo e lottare cercando di vincere le partite. Vogliamo riportare il Parma in serie A“. 

Tutti i dettagli su ForzaParma.it

21 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
21 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Volevo dire Curva Nord, ma è uscito Curva Sud. Un lapsus, dovuto al contenuto del mio intervento...."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Barbas era il numero 1 gli altri tutti dietro, chi non è più giovane e ha visto giocare Beto ti dice senza paura di essere smentito che era uno dei..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Boniek purtroppo era invidioso di lui, perché non arrivava al suo livello. Come faceva a dirigerlo?"

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Per chi era tutte le domeniche allo stadio e un ricordo che ancora oggi si sente la mancanza si sente soprattutto come spogliatoio nonostante era di..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da L'angolo dell'avversario