Resta in contatto

Approfondimenti

Il congedo del Maresciallo Meccariello: silenzio e disponibilità in ogni situazione

La definizione del trasferimento alla SPAL ha chiuso la parentesi leccese della carriera di Biagio Meccariello, per tre stagioni e mezzo nelle file della difesa giallorossa.

Non potranno mai essere solo le cifre a descrivere la militanza nel Lecce di Biagio Meccariello, trasferitosi alla SPAL da pochi giorni dopo una vita sportiva spesa nel Salento tra Serie B e Serie A. 89 presenze con 2 gol e 3 assist sono solo una parte del biglietto da visita che il 30enne lascia negli spogliatoi del Via del Mare. Meccariello, salutato dai tifosi con affetto, a tratti inaspettato per sua stessa ammissione, si è distinto per profilo basso, professionalità e prontezza d’impiego in ogni situazione. E’ capitato più volte di leggere il suo nome nella lista dei partenti di varie sessioni di calciomercato, ma Meccariello, dietro rispetto ad altri difensori sulla griglia di partenza, si è sempre ritagliato il giusto spazio recitando da attore protagonista.

Acquistato nell’estate del 2018 dal Brescia, Meccariello fu voluto fortemente da Fabio Liverani. I due, rispettivamente al centro della difesa con fascia di capitano al braccio e in panchina, furono colonne dell’insperata salvezza della Ternana nel 2016/2017. Giunto a Lecce per fare il titolare al fianco di Lucioni, Meccariello saltò solo 3 partite nell’anno della promozione in A: 33 presenze, 8 cartellini gialli e delle istantanee da non dimenticare mai. Con il Lecce in emergenza nel finale di stagione sulla corsia destra, orfana di Fiamozzi e Venuti, Liverani schierò il Maresciallo sulla corsia destra. Il crash-test della (bagnata) vittoria di Pasquetta a Perugia fu il preludio di uno dei momenti più belli.

Nel finale dello scontro promozione vinto sul Brescia, Meccariello ha scritto a suo modo uno dei crocevia topici della doppia risalita del Lecce dalla Serie C alla Serie A. L’assist per il gol-vittoria di Tabanelli è stato, infatti, frutto della caparbietà del difensore (pardon, terzino) nel lottare all’altezza della bandierina per recuperare un pallone prima dell’assist decisivo al compagno.

Festeggiata la promozione in A, Meccariello ha fatto subito i conti con un’operazione al ginocchio, guaio che gli ha ritardato l’esordio nell’Università del calcio italiano. Rientrato a pieno regime dopo l’infortunio, il beneventano ha saggiato il massimo campionato…da terzino, non propriamente in un debutto morbido. Liverani ha gettato nella mischia Meccariello il 20 ottobre 2019, in casa del Milan a San Siro. Duellare con Theo Hernandez è stata una prova ardua, ma il 2-2 finale firmato Calderoni rese indimenticabile la prima in A di Meccariello.

Dietro a Lucioni, Rossettini e Paz (da gennaio e nel post-lockdown), Meccariello totalizzò 14 presenze. Dopo l’urlo strozzato in gola dal VAR in Lecce-Milan, prima gara dopo lo stop, il difensore realizzò il primo e unico gol nella massima serie in Lecce-Parma 3-4, ultima giornata che di fatto condannò i salentini alla Serie B. Prima dell’inizio dello scorso campionato targato Eugenio Corini, Meccariello finì spesso nella lista dei cedibili. I dati di fatto e il campo, complici anche i patemi fisici occorsi a Dermaku però dissero tutt’altro. Con 32 caps, Meccariello è stato per lunghissimi tratti un inamovibile al fianco di Lucioni. In Lecce-Cosenza 3-1 del 21 febbraio 2021, di testa, arrivò il secondo gol.

Quest’estate, stessa musica. Corvino ha puntellato la difesa con Dermaku, Bjarnason e Tuia, lasciando Meccariello idealmente dietro. Con gambe in spalla e duro lavoro, il 5 si è guadagnato fette di spazio anche nella stagione corrente, debuttando al posto di Bjarnason nella seconda parte di Cittadella-Lecce. Tre presenze da titolare (Monza, Brescia e Cosenza) su 8 totali hanno chiuso l’ultimo capitolo del lungo legame professionale tra Meccariello e il Lecce. Le belle parole spese da tanti tifosi, ringraziati dal difensore nel personale saluto pubblicato sul proprio profilo Instagram, sono il meritato epilogo della storia.

20 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
20 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Flacco Venosa, Potenza"

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Prima un uomo, poi un allenatore come nessun' altro"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Hai perfettamente ragione"

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Vucinic una "punta di diamante" la definizione corretta ."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ottima scelta quella di ingaggiare quelli tra loro che possono ancora lavorare per il Lecce, anche se piu di lavoro dovremmo chiamarla passione"
Advertisement

Altro da Approfondimenti