Resta in contatto

L'angolo dell'avversario

Ternana, Lucarelli: “Va ammessa la superiorità del Lecce, ma il risultato è troppo pesante”

Il tecnico rossoverde Cristiano Lucarelli ha parlato dopo la sconfitta casalinga contro i salentini.

“Per quello che si è visto in campo il risultato è troppo pesante, ma oggettivamente dobbiamo ammettere la superiorità degli avversari. Quattro gol di differenza sono troppi, ma solo hanno giocatori micidiali davanti, con 5 tiri hanno fatto 4 gol. Sono una squadra fortissima. Quando ci sono dei gol c’è sempre qualcuno che sbaglia, altrimenti le partite finirebbero tutte 0-0, le grandi squadra fanno questo, sanno sfruttare al meglio le occasioni, come capitava a volte a noi l’anno scorso. Il Lecce è destinato alla Serie A perché è la più forte ed ha un calendario in discesa”

“Stasera dovevamo fare la partita perfetta, ma non ci siamo riusciti per bravura del Lecce e qualche errorino nostro, ma sottolineo la forza dell’avversario. L’insegnamento di questa sera? Loro hanno la consapevolezza che avevamo noi lo scorso anno, questo ti dà forza, sapere che ci vuole poco per fare gol e vincere le partite. Baroni è stato più bravo di me. Se avessimo trovato il pareggio con Partipilo nel secondo tempo la gara sarebbe cambiata, poi nel finale ci siamo lasciati un po’ andare, l’unico rimpianto è quello. I primi due gol non erano occasioni pericolosi, avete visto tutti come sono arrivati, non è semplice reagire”

“La difesa a 4? Per quanto siano forti gli attaccanti del Lecce, mettere 5 difensori per marcare 3 attaccanti mi sembrava troppo, noi siamo andati alla ricerca dei duelli, peccato che però li abbiamo persi”

“Ci sono squadre di bassa classifica che hanno affrontato il Lecce a 4 dietro, ma non hanno preso gol. Stasera non possiamo andare a cercare i colpevoli, non credo che Strefezza non avrebbe trovato il tiro da 25 metri con il 3-5-2, la partita si commenta semplicemente con il fatto che sono più forti. Non cerchiamo altre situazioni”

“Stagione finita? Il nostro obiettivo non è facile, le squadre sono tante e i punti di distacco sono ancora tanti, ma non  cambia molto. Cambia il fatto che oggi volevamo capire a che punto siamo rispetto alle prime della Serie B e siamo ancora lontani. Il risultato mi dà molto fastidio, perdere 2-1 o 4-1 non è la stessa cosa, chiunque vede il risultato pensa che è stata una passeggiata per il Lecce, ma non è così. Abbiamo dei cali mentali che fanno sembrare una sconfitta molto più pesante di quello che realmente è stata”.

Approda su CalcioFere.it per tutte le news sui rossoverdi.

31 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

31 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da L'angolo dell'avversario