Resta in contatto

Dirette

Tassa Cittadella pagata anche quest’anno, ma il Lecce non può essere questo

Tassa Cittadella pagata anche quest’anno, ma il Lecce non può essere questo

I veneti confermano la propria tradizione positiva contro il Lecce e s’impongono 3-2 dopo i tempi supplementari. Un primo tempo con poche velleità giallorosse è caratterizzato da un sostanziale equilibrio. Al 61′ Strefezza rompe l’equilibrio su assist di Di Francesco, ma l’ex Asencio al 72′ annulla il cambiamento di rotta con il gol dell’ex. Gli ospiti conquistano campo e producono di più e, ai tempi supplementari, sorpassano il Lecce con Tounkara al 92′, in gol anche l’anno scorso in B. Il senegalese bissa al 100′ e fa calare il gelo sul Via del Mare. Colombo dà un perché al secondo tempo supplementare capitalizzando un’intuizione di Hjulmand ma nell’ultimo quarto d’ora c’è spazio solo per il rimpianto: l’ex SPAL sfiora il palo a un soffio dalla fine e, poco prima, Kastrati dice no a Di Mariano. Al netto delle azioni, restano i dubbi nonostante lo stato sperimentale della squadra, presentatosi di fatto senza centrali difensivi (Dermaku – primo capitano albanese della storia del Lecce-) out dopo soli 22′. Tra una settimana, l’avversario si chiama Inter: improbabile stare tranquilli pur conservando la fiducia per l’ultimo mese di calciomercato.

Partecipa alla Live Chat con gli altri tifosi!

138 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

138 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Dirette