Calcio Lecce
Sito appartenente al Network

Penna in trasferta – Utzeri (1000 Cuori Rossoblù): “Bologna a mille, Lecce combattivo e da applausi”

Il collega Stefano Francesco Utzeri ha raccontato nel dettaglio la situazione in casa rossoblù nella nostra rubrica dedicata al punto di vista avversario

Qual è stato il processo di avvicinamento del Bologna al match di domenica?

“Entusiasmo è la parola chiave per parlare dell’avvicinamento alla gara di Lecce del Bologna. In città la febbre rossoblù è altissima e c’è grande attesa le gare della squadra di Thiago. Ciò che secondo me è più importante è che la squadra ha fiducia in sé stessa e nel suo tecnico: dopo 10 risultati utili consecutivi è arrivato il ko di Firenze. La sconfitta più la sosta avrebbero potuto creare qualche crepa nel Bologna, ma così non è stato e col Torino è arrivata la vittoria, che ha ripagato il Bologna anche con questo straordinario 5° posto”.

Quali sono punti deboli e di forza del collettivo di Thiago Motta?

“Il punto di forza principale del Bologna è certamente la difesa. La squadra di Thiago Motta con l’innesto in particolare di Beukema ha migliorato le prestazioni del reparto difensivo. Ma è soprattutto l’intera squadra ad essere interprete di un meccanismo perfetto in non possesso. Motta con questo sistema collettivo perfettamente funzionante come testimoniano i numeri. E poi c’è la coppia Ferguson e Zirkzee che sta creando parecchi grattacapi a tutti. È difficilissimo leggere le loro giocate perché si intendono alla grande nonostante non siano una vera coppia d’attacco. Ferguson gioca come trequartista in possesso e centrocampista in non possesso ed ha nel dinamismo e l’intelligenza dei movimenti senza palla caratteristiche a cui Motta non rinuncia mai; mentre Zirkzee è il regista offensivo di questa squadra, ma ora ne sta diventando finalmente anche il bomber. Se dovessi individuare un punto debole del Bologna è sicuramente la finalizzazione. I rossoblù devono essere più cinici, ma per esserlo dovrebbero trovare i gol degli esterni offensivi. Dei quattro esterni a disposizione, solo Orsolini è andato in gol. E ora sia lui che Karlsson, finora oggetto misterioso, sono infortunati”.

Come sarà per i tifosi rossoblù ritrovarsi da avversari con Nicola Sansone?

“Nicola Sansone ha vissuto 4 anni e mezzo di tanti bassi e pochi alti, ma gli ultimi 6 mesi nonostante qualche infortunio di troppo ha fatto molto bene. Thiago lo aveva inventato falso nove e Sansone ha aiutato ad arrivare al record di punti in A fatto registrare dal Bologna lo scorso anno. È un ex credo ricordato positivamente, anche perché si era affezionato alla piazza e lo ha dimostrato nel messaggio d’addio”.

Che opinione hai del Lecce di Roberto D’Aversa?

“Il Lecce è una buona squadra, a cui vanno fatto solo complimenti. Nonostante un budget ridotto riesce a scovare giocatori potenzialmente molto interessanti. Tra i giocatori che più mi hanno colpito in questo avvio ci sono Pongracic, anche se era già in Salento, e Ramadani. Quest’anno ha deciso di affidarsi a Roberto D’Aversa e i risultati gli stanno dando ragione. D’altronde un D’Aversa supportato da proprietà e dirigenza ha fatto molto bene a Parma. E Corvino sa come metterlo a suo agio. Mi aspetto un Lecce combattivo, è una squadra che tra l’altro mi piace molto guardare”.

Come dovrebbero scendere in campo i felsinei contro i giallorossi?

“In porta non ci sono dubbi ci sarà Skorupski. Difesa a quattro: Posch a destra e Beukema sul centro-destra sono certi del posto. Da valutare la composizione della parte sinistra del reparto dove il rientro di Lucumí dal lungo problema muscolare, che lo ha colpito, potrebbe fare scalare Calafiori terzino sinistro. L’alternativa è Calafiori centrale con Kristiansen terzino. Non credo sia contemplata una formazione senza Calafiori, che è tra i migliori e più sorprendenti giocatori della stagione di Serie A, a mio parere. A centrocampo, Ferguson è sicuro del posto, così come Aebischer al cui fianco davanti alla difesa potrebbe tornare Freuler. Ma potrebbero esserci delle sorprese. Nel tridente offensivo escludo qualsiasi tipo di sorpresa, ci saranno Ndoye, Zirkzee e Saelemaekers”.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Lecce-Inter, le pagelle: Ramadani e Touba, errori clou. Almqvist gira a vuoto, quasi tutti sotto...
Più dubbi sulle fasce offensive, dietro Touba preferito rispetto a Blin. Ecco le scelte dei...
I giallorossi di Roberto D’Aversa ospitano i neroazzurri di Simone Inzaghi reduci anche dalla vittoria...

Dal Network

I campani restano al palo anche nella partita casalinga contro il Monza. Parole senza filtri...
Il difensore dell’Hellas ha parlato della complessa sfida di venerdì contro il Bologna, ma anche...
Il difensore leccese, condottiero della difesa degli azzurri toscani, ha parlato a Radio Serie A...
Calcio Lecce