Calcio Lecce
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Penna in trasferta – Drago (CalcioFiorentina): “A Lecce gara combattuta tra squadre votate all’attacco”

Il collega Alessandro Drago ha raccontato nel dettaglio la situazione in casa viola nella nostra rubrica dedicata al punto di vista avversario

Che partita ti aspetti al Via del Mare?

“Mi aspetto una gara combattuta, vivace, perché sono due squadre che non rinunciano mai a giocare con uno stile offensivo. Per questo rischiano di scoprirsi e lasciare spazio agli avversari anche perché vogliono risalire la classifica. Il Lecce viene da una serie di ko di fila, la Fiorentina non vince da dicembre in campionato. Sarà una gara basata su velocità e verticalizzazioni anche se la Viola tende a tenere di più il pallone”.

Come giudichi ad oggi i campionati di Fiorentina e Lecce? Pensi raggiungeranno i rispettivi obiettivi?

“Credo che entrambe siano in linea con le attese. I grandi avvii si portano ora dietro qualche rammarico, ma il cammino generico ci sta. Il Lecce ha individualità importanti con profili interessanti e credo si salverà. Anche l’anno scorso è calato, stavolta credo la salvezza arriverà in modo tranquillo. La Fiorentina sta facendo un grande torneo raccogliendo magari meno del seminato, soprattutto in gare come quelle con Juve e Milan. Si parla addirittura di Champions, che sarebbe andare un po’ oltre le possibilità. L’obiettivo resta la qualificazione europea ed anche qui si è in linea. Poi i tifosi è giusto che sognino in grande visti i progressi fatti”.

Com’è visto nella sua ex piazza viola il lavoro svolto negli ultimi 3 anni giallorossi da parte del direttore Corvino?

“Si pensa che a Lecce stia facendo un ottimo lavoro. Vive di calcio, sa trovare talenti in tutto il mondo. A Firenze ha fatto degli errori ma anche colpi importanti, Vlahovic su tutti. A Lecce sta portando avanti un progetto molto importante ed anche quest’anno da Almqvist a Oudin, da Ramadani a Krstovic e, secondo me, soprattutto Gendrey che vedo prontissimo a spiccare il volo verso lidi ancor più blasonati dimostrano la bontà di un lavoro che poggia, ricordiamolo, anche molto sul settore giovanile”.

Come dovrebbero scendere in campo i gigliati contro i giallorossi?

“C’è ancora un po’ di incertezza, complice l’imminente arrivo di Belotti. C’è da vedere se lo butterà nella mischia e probabilmente sarà così perché Nzola non sta convincendo e Beltran non è una vera prima pronta. Probabilmente sarà ancora 4-2-3-1 complice l’assenza di Ikoné. Con Terracciano tornano Kayode e Biraghi sulle corsie difensive e Milenkovic al centro con uno tra Quarta e Ranieri. In mediana confermato il duo Arthur-Duncan, poi Bonaventura a svolgere un nuovo ibrido e da vedere chi ci sarà tra Sottil e Gonzalez assieme a Belotti o Beltran. O magari, in caso di 4-4-2, tutti e due”.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Sostanziale equilibrio nei confronti disputati nella città ciociara. Il ricordo più nitido sorride ai ciociari...
Il collega Andrea Campioni ha raccontato nel dettaglio la situazione in casa gialloazzurra nella nostra...
I giallorossi affronteranno la formazione giallazzurra nel match della ventisettesima giornata del campionato di Serie...

Dal Network

Il patron della Lazio e senatore di Forza Italia vuole cambiare il ruolo decisione della...
Queste le parole del numero uno del Napoli, raccolte da Gazzetta.it, sul momento economico finanziario...
Calcio Lecce