Resta in contatto

News

GdM – Ardito: “Nel 2008 avevamo l’obbligo della A. Liverani invece…”

L’ex mediano, ora allenatore del Seregno, fa i paragoni tra due promozioni nella massima serie del Lecce: quella conquistata un mese fa e l’opera compiuta nella sua militanza salentina nel 2007/2008.

E’ una giornata amarcord sulle colonne della Gazzetta del Mezzogiorno. Oltre l’intervista a Angelo, il quotidiano pugliese ha interpellato Andrea Ardito, incontrista del Lecce che con Beppe Papadopulo conquistò la Serie A nel 2008. Il calciatore nato a Viareggio delinea subito i tratti dell’annata. Il cammino del Lecce papadopuliano, a suo dire, fu diverso dalla banda Liverani: “Avevamo l’obbligo di salire in Serie A, la società aveva allestito un organico forte ricco di calciatori di spessore. Questa responsabilità pesava su tutti noi”.

SOFFERENZE E GIOIE. “La stagione fu estremamente sofferta a causa di queste sensazioni. Si vinceva, ma non ci godevamo i successi perché Chievo e Bologna erano sempre lì. Il derby perso col Bari a tre turni dalla conclusione fu pesante, ma ci rialzammo. Perdemmo il treno promozione diretta ma riuscimmo lo stesso a far festa con la fantastica tifoseria salentina. Il gruppo del 2007/2008 era fortissimo anche dal punto di vista umano. Giocammo i play-off con grande compattezza. L’atteggiamento della semifinale giocata a Pisa, eravamo contratti e arcigni, ne fu il simbolo. Loro soffrirono ciò”.

DIFFERENZE. “Tra le due promozioni non trovo similitudini. Mi spiego. Liverani ha fatto un capolavoro nel 2017/2018 in C. La piazza era alla sesta stagione nel terzo livello e le pressioni erano smisurate, proprio come noi all’epoca. L’allenatore ha gestito bene ogni situazione. In B, invece, i giallorossi sono scesi in campo inizialmente con più spensieratezza. Inizialmente, nessuno chiedeva loro il salto di categoria. Col passare del tempo, ovviamente, le tensioni sono aumentate. In più, Liverani ha espresso un ottimo calcio. Sono contento per Bovo, mio compagno al Torino. La Serie A? Tutt’altra cosa, ma con i giusti ritocchi si giocherà fino in fondo”. 

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Sondaggio sul mercato invernale: plebiscito dei tifosi, Corvino-Trinchera promossi a pieni voti

Ultimo commento: "Tu non mi sembri proprio italiano…non offendere Corvino e Trinchera"

SONDAGGIO – Che voto merita il mercato invernale del Lecce?

Ultimo commento: "Al contrario di tanta melma ti fa onore"

SONDAGGIO – Qual è la più bella maglia della storia del Lecce?

Ultimo commento: "Questa è la prima maglia per me per il Lecce modificando gli stemmi e inserendo a sinistra del cuore lo scudetto e a destra la Lupa con il numero di..."
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da News