Resta in contatto

Miti

Mirko Vucinic

Il Lecce lo ha lanciato ancora minorenne nel calcio dei grandi. Il montenegrino, 34 gol in 111 presenze tra B e A, non ha mai dimenticato i giallorossi, tanto da intonare uno storico coro dei tifosi salentini dopo un gol a Bari in maglia Roma.

Tra i tanti attaccanti che hanno scritto la storia del Lecce, uno di questi è certamente Mirko Vucinic. Il montenegrino, arrivato nel Salento nel lontano 2000 quando la sua nazionale sottostava ancora alla bandiera jugoslava, ha rappresentato uno dei maggiori talenti ad aver giocato al Via del Mare. Ambito da mezza Europa, ha lasciato il giallorosso leccese per quello romanista nell’estate del 2006.

Quella tra Vucinic e il Lecce è stata dunque una storia lunga 6 anni, fatta di qualche dolore (due retrocessioni) ma soprattutto tante gioie (una promozione e ben 3 salvezze). Scovato da Corvino nel Sutjeska Niksic, il club della sua città che lo aveva lanciato 16enne nella A jugoslava, si è da subito distinto nella primavera giallorossa.

Nelle prime due stagioni nel Salento 9 presenze, che hanno preceduta la prima stagione da protagonista nella B 2002/2003. Con 5 gol in 28 partite e un’intesa niente male con i giovanissimi compagni di reparto ha contribuito alla promozione firmata Delio Rossi.

A minarne lo sviluppo un brutto infortunio nel 2003/2004, il quale lo ha messo ai margini della squadra che tanto bene ha fatto al ritorno in A. Poco male, perché la stellina giallorossa l’anno dopo è stata valorizzata al meglio dall’arrivo di Zeman. Complici le partenze di Chevanton prima e Bojinov poi, Vucinic si è preso il Lecce raggiungendo lo straordinario bottino di 19 gol in 28 partita. E la sua prima stagione da classico 9 moderno, dotato di buona fisicità ma soprattutto di tecnica sopraffina.

I Semeraro riescono a trattenerlo per un’altra stagione, in cui con i 9 gol all’attivo non riesce ad evitare ai salentini il ritorno in B. Dunque l’inevitabile trasferimento alla Roma, e poi ancora alla Juve: arriveranno 3 scudetti, 3 Supercoppe e 3 Coppe Italia. Un bottino niente male per un talento che ha fatto sognare un’intera generazione al Via del Mare.

Cosa è stato, cosa ha rappresentato per voi Mirko Vucinic? Ditecelo qui.

11 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
11 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Nome
Nome
2 mesi fa

Mirko, Grande evasore

Raffaele
Raffaele
2 mesi fa

Mirko? GRANDISSIMO TALENTO,forse solo un po’ discontinuo,un GRANDE CUORE GIALLOROSSO!!!!!

Attila
Attila
3 mesi fa

Talento purissimo grandissima tecnica a volte mancava di continuita’ma era un grandissimo calciatore in grado come si suol dire di spaccare le partite

Attila
Attila
3 mesi fa

Talento purissimo tecnica eccezionale a volte mancava di continuita’ ma era un grandissimo calcia

Maurizio
Maurizio
5 mesi fa

Attaccante moderno. Peccato sia andato via presto

Arturo
Arturo
5 mesi fa

Un grande professionista..ricordo ancora quando nella partita Roma-bari segnó un goal (condannando il Bari se non erro in serie B e salvando il Lecce dalla retrocessione)corse davanti alla telecamera e gridò te Lecce simu simu…

Arturo
Arturo
5 mesi fa
Reply to  Arturo

Mi correggo…non era in quell’occasione 😅

Saso
Saso
8 mesi fa

Mirko Vucinic un Attaccante talentuoso e produttivo…sempre nel cuore!❤?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
9 mesi fa

Tecnicamente il più forte centravanti che ha indossato la nostra maglia ?❤️

Commento da Facebook
Commento da Facebook
9 mesi fa

Un grande.. Molto legato❤️❤️

Commento da Facebook
Commento da Facebook
9 mesi fa

Grande Mirko Sempre IL LECCE nel ?❤?❤?❤?❤?❤?❤?❤

Altro da Miti

  • Francesco Moriero

    Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile del Lecce, in maglia...

  • Pedro Pablo Pasculli

    Primo vero colpo di mercato da Serie A del Lecce, per sette stagioni è...

  • Carlo Mazzone

    Noto a tutti come Sor Carletto per la sua verace romanità, è stato tra...

  • Anselmo Bislenghi

    Lo storico bomber, nato a Sesto San Giovanni nel 1926 e deceduto troppo presto...