Resta in contatto

Approfondimenti

Prima critici, ora ben sfruttati: il Lecce e i calci piazzati

Il Corriere dello Sport di oggi ha analizzato il rendimento realizzativo dei giallorossi da palle ferme. Il dato, in ascesa nelle ultime partite, si rivela importante, ma ci sono degli aspetti da limare.

Una debolezza che deve diventare un’opportunità. Ad inizio campionato sembravano una chimera, ora rappresentano un terzo dei gol realizzati. Parliamo dei calci piazzati gestiti da Mancosu e compagni, quattro gol su quindici totali.

ASCESA RECENTE. La prima rete stagionale da palla ferma, escludendo i quattro rigori insaccati da Mancosu, è arrivata al Gewiss Stadium di Bergamo, settima giornata. Lucioni ha messo a referto la prima firma nella massima serie rendendo meno amara la sconfitta contro la formazione di Gasperini.

DALLA BANDIERINA. Il problema sembrava più grave sui corner. Dopo Lecce-Napoli 1-4 si denunciava la quasi incapacità a trovare un battitore adeguato per precisione di calcio e capacità di scagliare il pallone teso. In più, spesso si optava per lo schema con palla corta, non sempre fruttuoso. In Lazio-Lecce 4-2, il gol temporaneo dell’1-1, segnato da Lapadula, è partito da un calcio d’angolo ben calibrato da Calderoni sulla testa di Rossettini, autore della spizzata.

ARCOBALENO FALCO. Il 3 novembre si è rotto anche il digiuno da calcio di punizione. La traiettoria arcuata di Falco a scavalcare la barriera del Sassuolo è stata la prima rete del 10. Vista la facilità di dribbling del calciatore, le punizioni diventano un fondamentale da sfruttare nell’economia della salvezza.

LA CRITICITA’. L’analisi però è accompagnata da un particolare agrodolce. Il Lecce è la squadra che conquista meno corner in Serie A. L’inversione di rotta su palla ferma, cominciata con il gol di Lucioni a Bergamo e continuata con Falco e Calderoni, può portare ottimi risultati.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ricordi bellissimi grandissimo campione maradona lo voleva al napoli insieme a lui ma avevano tanti giocatori in quel ruolo perciò immaginate un..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Un mito per questi colori, sarebbe bello che attorno al via del mare si costituisse un percorso delle stelle per dare un tributo a tutti queste grande..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Ole olè"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Lorusso è il giocatore simbolo di tutta la storia calcistica del lecce. È stato un grande è stato tra i primi giocatori ad essere molto altruista..."
Advertisement

Altro da Approfondimenti