Resta in contatto

News

Liverani: “Sopperiamo alle mancanze tecniche col gruppo. Il Var? Non lo commento”

Il tecnico giallorosso, ai microfoni di Sky, ha commentato la partita di oggi. C’è la convinzione sulle potenzialità dei suoi ragazzi, in partita contro i sardi nonostante le defezioni.

FINE PARTITA. “Quando finisce la partita non ho sentito e non ho visto niente. Tutto può capitare, è difficile gestire il risultato in quel momento. Se oggi dobbiamo parlare di una squadra che ha giocato a calcio era il Lecce. Il Cagliari ha giocato poco, trovando un rigore che con il Var ci può stare”. 

STATUS. “Pressioni dopo questi risultati? A Lecce non c’è nessuna pressione, c’è una squadra che gioca a calcio, che dalla terza giornata è fuori dalla zona rossa e punta di starci fuori il 24 maggio”.

ERRORI. “E’ normale vedere errori, delle volte ci si scorda da che percorso veniamo. È normale sopperire a livello tecnico per certi giocatori. Non abbiamo la possibilità di dire ‘do la palla a tizio e ci pensa lui’. Alle mancanze tecniche so. Ho avuto pochissimo dei giocatori con più qualità, ero senza Mancosu, Falco, Majer e Babacar. Ripeto, non ricordo parate di Gabriel ma ricordo tante situazioni nell’area del Cagliari”.

ANDAMENTO. “Liverani esprime soddisfazione per quanto prodotto: “La squadra inizia a giocare. Un cross inesistente pregiudica il calcio di rigore. Ci riorganizziamo, su un altro cross innocuo prendiamo il secondo gol. È un paragone pugilistico: prendiamo due destri diretti, ma siamo rimasti a centro ring e alla fine è andata così”.

OBIETTIVI. “Oggi ho visto giocare il Lecce con triangolazioni. Sono convinto che questa squadra il 24 maggio avrà raggiunto il proprio obiettivo”.

EPISODIO OLSEN-LAPADULA. “L’espulsione sarebbe toccata solo a Olsen. Lapadula ha un taglio sulla fronte. Io non intervengo perché c’è il Var, ma credo che il gesto di Olsen è fuori categoria. Io non capisco come possa andare a terra il portiere svedese. Non metto mai in dubbio il Var ma non capisco perché Olsen cade. Un conto è appoggiare un conto è dare una manata. Arrivare testa a testa. Lapadula sbaglia ad andare sotto la faccia di Olsen? Sì, sono d’accordo”.

TRANQUILLITA’ TRA LE COMPONENTI. Il Lecce non soffre di cambiamenti di rotta dettati dai risultati e da una vittoria in casa che latita: “All’esterno è normale avere emozioni altalenanti, ma noi, all’interno, sappiamo che possiamo vincere e perdere con tutti. Ogni partita ha le stesse difficoltà. Vedremo cosa succederà alla fine del girone d’andata”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ricordi bellissimi grandissimo campione maradona lo voleva al napoli insieme a lui ma avevano tanti giocatori in quel ruolo perciò immaginate un..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Un mito per questi colori, sarebbe bello che attorno al via del mare si costituisse un percorso delle stelle per dare un tributo a tutti queste grande..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Ole olè"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Lorusso è il giocatore simbolo di tutta la storia calcistica del lecce. È stato un grande è stato tra i primi giocatori ad essere molto altruista..."
Advertisement

Altro da News