Resta in contatto

Pagelle

Le pagelle del Lecce: Gabriel per l’ennesima volta il migliore, bene Deiola. Dell’Orco mostruoso

Parma-Lecce, le pagelle giallorosse: il portiere brasiliano tra i pochissimi sufficienti, buon impatto sul match di Lapadula. Dietro ancora disastri.

Gabriel 6,5 – Tanto per cambiare ancora una volta è il migliore del Lecce. Il brasilione salva la sua porta in quattro occasioni, costretto ad arrendersi solo ai centri facili facili di Iacoponi e Cornelius. Così però non serve a nulla

Donati 6 – Il suo primo tempo è di quelli maiuscoli, fatto di corsa e cross. Che servono però a poco, visto che l’area avversaria è occupata esclusivamente da difensori parmigiani. Nella ripresa, come avvenuto già con l’Udinese, cala vistosamente, non riuscendo ad evitare il cross da cui parte il bis ducale

Lucioni 5 – Solito clamoroso copione per la difesa del Lecce. Bene per un’ora circa, poi un paio di occasioni facili decisive concesse agli avversari. L’impossibilità a fare meglio è avvilente, e lui è in ritardo su entrambe le marcature gialloblu

Rossettini 5 – Si veda Lucioni. Gare così sono anche difficili da commentare, perché i centrali sembrano tenere a lungo a bada gli avversari prima di sciogliersi come neve al solo. Lui è fuori posizione in particolare su Kucka nell’azione del raddoppio

Dell’Orco 4 – Prova non adeguata alla Serie A. Pronti-via si perde Kucka da dilettante ma lo slovacco lo grazia, poi regala il corner del vantaggio non riuscendo a proteggere palla su Kulusevski e infine non fa la diagonale nell’azione del bis locale. Prestazione inguardabile

Deiola 6 – All’esordio è subito tra i migliori dei suoi, sebbene non solo per merito. Il sardo ci mette infatti quella verve e quell’intelligenza tattica che ad altri compagni manca totalmente. Corre fino alla fine palesando un’ottima condizione fisica

dall’87’ Rispoli sv

Tachtsidis 5 – Le sue prestazioni altalenanti al ribasso ormai sono una certezza. Qualche spunto interessante in mezzo a un nulla fatto, purtroppo per i suoi, di mancate coperture e di palloni regalati agli avversari. Prova spesso la giocata, e il risultato sono decine di palloni ciccati

Petriccione 6 – Con un Tachtsidis così è costretto a fare per due, con discreti risultati. Soffre tanto la fisicità del Parma, tenendo però benissimo su Grassi. Palla al piede, però, è l’unico in grado di dettare i ritmi e mettere ordine

Mancosu 5,5 – Il capitano anche oggi ci mette dinamismo e voglia di trascinare i compagni, riuscendoci per pochi tratti. Nel primo tempo gioca pochi palloni, e male. Il meglio di sé lo da prima di uscire, andando anche vicino al vantaggio

dal 64′ Lapadula 6 – Bravissimo nel crearsi due palle gol, pessimo nel concludere fallendo un centro facile facile. Ora come ora la sua presenza in area di rigore è imprescindibile

Falco 5,5 – La fotografia del calo di questa squadra: prima divertente e devastante, ora volenteroso ma prevedibile e inconsistente. Il 10 giallorosso dimostra di avere i numeri, che dimentica però negli ultimi venti metri. Può e deve fare molto meglio, senza intestardirsi nei soliti tentativi da distanza siderale che sono caramelle per i portieri

Babacar 5,5 – Meriterebbe la sufficienza solo per la gran voglia che ci mette dal primo minuto fino alla sostituzione, quasi obbligata viste le sue precarie condizioni fisiche. Tante sponde, qualche sportellata e un paio di conclusioni da fuori. In area, però, è pressoché un fantasma

dal 78′ Vera 6 – Una conclusione potente dalla distanza e un interessante calcio di punizione guadagnato

All. Liverani 5 – Il materiale è davvero poco, e finire a dover giocare con quattro terzini in campo è a dir poco avvilente. Quattro ko di fila non possono però essere solo un caso, soprattutto se a sbloccare il match è un calcio piazzato con un posizionamento difensivo da dilettanti. Deve inventarsi qualcosa, perché ora nemmeno lui sta riuscendo a dare il massimo

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Perfavore Ulivieri non farebbe panchina neanche in una squadra di serie C"

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Volevo dire Curva Nord, ma è uscito Curva Sud. Un lapsus, dovuto al contenuto del mio intervento...."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Barbas era il numero 1 gli altri tutti dietro, chi non è più giovane e ha visto giocare Beto ti dice senza paura di essere smentito che era uno dei..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Per chi era tutte le domeniche allo stadio e un ricordo che ancora oggi si sente la mancanza si sente soprattutto come spogliatoio nonostante era di..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da Pagelle