Resta in contatto

Rubriche

La penna in trasferta – Liotta (FcInterNews.it): “Inter lanciata, ma il Lecce ha già fermato la Juve”

Il collega nerazzurro evidenzia i tanti punti di forza della corazzata guidata da Antonio Conte, ulteriormente rinforzata dal mercato. La vice-capolista non vuole però sottovalutare un undici che può sorprendere come quello giallorosso.

Il Lecce torna a giocare tra le mura amiche in occasione della prima giornata di ritorno, in cui al Via del Mare sarà di scena l‘Inter seconda in classifica. Squadra, quella guidata dal salentino Antonio Conte, in piena lotta Scudetto e che, nonostante il pari all’ultima d’andata con l’Atalanta, viene da un ottimo periodo di forma. Per parlare dei nerazzurri abbiamo sentito il giornalista Cristian Liotta di FcInterNews.it.

46 punti sono un bottino niente male per una squadra che da tempo non lottava per lo scudetto. Come giudichi il girone d’andata dell’Inter?

“E’ stata una metà campionato decisamente ottima per i nerazzurri. Antonio Conte ha avuto il merito di trovare subito la giusta quadratura di una squadra apparsa solida ed efficace sin dalle prime uscite. Il gioco poi è andato via via migliorando, con gli elementi di maggior caratura che si sono trovati sempre più in confidenza con il gol. Sono arrivati risultati importanti, e i punti ottenuti sono lì a dimostrarlo”.

Il pari con l’Atalanta ha negato il titolo d’inverno ai nerazzurri. Può avere un effetto negativo sull’andamento di inizio ritorno?

“Non credo, anche perché per oltre metà gara con i bergamaschi si è vista la solita ottima Inter delle precedenti uscite. Poi è chiaro, quando di fronte c’è una squadra così ostica è impossibile metterla sotto per tutto il match. A parte il gol, però, l’Atalanta ha creato solo un paio di occasioni, e parliamo del primo attacco del campionato. Credo sia stato più un episodio negativo che altro”.

Il mercato sta colmando definitivamente il gap tecnico con la Juve?

“Di certo la dirigenza del club sta lavorando, e facendo investimenti, con quell’obiettivo. E’ arrivato un ottimo innesto come Ashley Young, ci sono Eriksen e Giroud ad un passo. La prospettiva è quella di essere al top in Italia, andando ad anticipare altre big europee nella corsa ad elementi come, soprattutto, Eriksen, che sarebbe sul mercato a zero a giugno”.

Con il Lecce è una gara dal risultato già scritto?

“Il divario c’è sotto diversi punti di vista. Ciò non vuol dire che sia una gara facile perché, come ha detto Conte, gare facili non esistono se non si ha il giusto atteggiamento. Considero i salentini una squadra in grado di mettere in difficoltà ogni avversario, e a testimoniarlo c’è il pari ottenuto con la Juventus. Alla luce di ciò l’Inter dovrà sudare per vincere”.

Il clima ambientale che attenderà Antonio Conte allo stadio può influire sul corso del match?

“Per il tecnico non sarà la prima volta al Via del Mare. E’ preparato e credo abbia preparato anche il gruppo, nel senso di averlo isolato da un certo tipo di polemiche. Non credo, dunque, ci saranno questo tipo di problemi per l’Inter”.

Come scenderanno in campo i nerazzurri?

“Sarà il solito 3-5-2 con assenti Young, Vecino, Gagliardini, Asamoah e Politano. Dietro più Bastoni di Godin, mentre a centrocampo ci saranno Candreva e Biraghi sulle fasce ed il trio Sensi-Brozovic-Barella in mezzo. Davanti piena fiducia alla coppia Lautaro-Lukaku”.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

Michele Lorusso

Ultimo commento: "ricordo con tanto piacere quel Lecce per tanti anni sfioravamo la B finalmente con Mimmo Renna la centrammo grande Lecce con Lorusso e Pezzella come..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Attaccante moderno. Peccato sia andato via presto"

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Sa di calcio come pochi. Saggezza concretezza umanità"

Pedro Pablo Pasculli

Ultimo commento: "Finalizzatore fantastico"

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Fosforo e grinta"
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Rubriche