Resta in contatto

News

Sarri non si fida del Lecce: “Gioca bene a calcio e va meglio fuori che in casa. I tre punti sono da sudare”

L’allenatore della Juventus, intenzionato a sfruttare ulteriormente gli stop delle inseguitrici in classifica, ha presentato in conferenza stampa il match di domani contro i giallorossi.

LECCE. “Ogni partita è difficile ed ha una storia a sé. In più l’attuale condizione fisica non è ancora ottimale, ci sono tante partite ravvicinate. E’ una situazione che riguarda comunque tutti, e non solo noi. Con i giallorossi dobbiamo essere bravi nell’approccio alla partita, senza essere superficiali o presuntuosi. Il Lecce non va sottovalutato, gioca a calcio ed in trasferta ha fatto meglio che in casa. C’è massimo rispetto per questa squadra. Noi andremo in campo con la convinzione che il risultato è tutto da conquistare”.

GAMBE, TESTA E MOTIVAZIONI. “In questo periodo gli stimoli potrebbero fare la differenza. Sapersi gestire non è facile per nessuno, né sarà facile giocare ad un certo tipo di ritmi. In ogni caso io credo che la condizione sia fondamentale, così come avere gambe. Ma sono le gambe a dover stare al servizio del cervello, e non viceversa”.

CLASSIFICA. “Non so se, dopo i passi falsi di Lazio e Inter, quella con il Lecce è un’occasione per allungare. So che bisogna guardare alle prestazioni e dunque ai punti, il resto viene dopo. Nel senso che la classifica è una conseguenza di ciò che si vede sul campo, che è il nostro obiettivo primario”.

FORMAZIONE. “Non ho ancora deciso circa l’emergenza terzini. L’altra volta a sinistra è toccato a Matuidi, oggi farò un paio di prove e deciderò. Higuain e Ramsey hanno condizione in crescendo, e lo stesso si può dire per Bernardeschi. E’ vero che i minuti nelle gambe aumentano, ma sono anche tante gare ravvicinate dalle quali è difficile recuperare”.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Lorusso è il giocatore simbolo di tutta la storia calcistica del lecce. È stato un grande è stato tra i primi giocatori ad essere molto altruista..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Sei stato un grande. E che dire di quelle punizioni di collo esterno. Magiche"

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Prima di scrivere di sor Carletto dovevate sentire lui e stato citato tutto ma le sue vere origini. Fu scoperto da Costantino Rozzi e le vere gesta la..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Il talento più puro che abbia indossato la maglia giallorossa..."
Advertisement

Altro da News