Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

GdS – Ledesma: “Corvino? Sono curioso di vedere che tipo di lavoro farà in questo nuovo ciclo a Lecce”

L’ex centrocampista giallorosso parla a La Gazzetta dello Sport (intervista di Pasquale Marzotta) del nuovo corso giallorosso e del suo futuro da allenatore.

LECCE DI CORVINO. «Il direttore mi ha scoperto, ma il calcio è cambiato rispetto a quel tempo. Sono curioso di vedere che tipo di lavoro farà Corvino in questo nuovo ciclo a Lecce. Mi vide per la prima volta in un torneo giovanile in Svizzera, nella stagione 1999-2000; arrivai a Lecce dopo una lunga trattativa. Alla fine, lui mi voleva e io ho accettato una proposta davvero importante. A conquistarmi è stata anche Lecce. Per un giovane è il posto ideale per emergere. Si è rivelata la mia terra promessa, perché ho trovato anche la donna della mia vita (la moglie Marta, da cui sono nati i figli Alice, 16 anni, e Daniel, 13 anni, ndr)».

CONSIGLI AL NEO DIESSE. «Certamente non tocca a me dare indicazioni. Spero che il direttore riesca a seminare, perché voglio bene a questa squadra e a questa terra. Bisognerà vedere chi va via e chi rimane. Come ha detto il presidente Sticchi Damiani, devono restare i giocatori convinti del progetto Lecce, quelli che vogliono dare tutto per questa maglia. E magari costruire una rosa con il giusto mix di esperti e giovani, che è facile trovare ma è difficile scovare quelli con qualità. Il campionato di Serie B è duro e lungo, ricco di incognite, lo sappiamo. Oltre ad avere qualità, bisogna avere continuità e non mollare».

CHI MERITA LA RICONFERMA? «Sicuramente Mancosu, per tutto ciò che ha dimostrato sul campo e perché rappresenta la crescita del Lecce dalla C alla Serie A. Il capitano ha dimostrato in questi anni qualità e grande attaccamento alla maglia. Spesso si è preso la responsabilità di calciare e realizzare tantissimi rigori. É chiaro che se dovessero arrivare proposte importanti di mercato per Mancosu, allora tutto cambierebbe».

SI ASPETTAVA LA ROTTURA CON LIVERANI? «No. Non riesco a capirla. Quando ero a metà agosto a Lecce, si parlava di un nuovo contratto; non potevo assolutamente immaginare questo epilogo così eclatante. Non sapendo cosa è successo nel dettaglio, non posso dare un giudizio. Non conosco Corini, ma merita fiducia per il percorso fatto».

FUTURO DA ALLENATORE. «Con la Ledesma Academy abbiamo iniziato a luglio 2019. Siamo molto contenti della prima stagione, nonostante le difficoltà causate dall’emergenza Covid in questa annata così sofferta. Siamo riusciti a dare valori e idee ai ragazzi, quel che più conta. Come primo anno, abbiamo registrato l’iscrizione di circa 260 giovani, dai 5 anni all’under 17, coinvolgendo il calcio donne e il calcio a cinque maschile e femminile. Nel mio staff c’è anche mio cognato Marco Rizzo (fratello della moglie Marta e tra i protagonisti della covata giallorossa dei nati del 1985 nella conquista dei titoli italiani con la Primavera di Roberto Rizzo, ndr). È il mio vice anche sulla panchina della Luiss: dopo il mancato ripescaggio in Eccellenza, siamo pronti a partecipare ancora al campionato di Promozione».

IL PROSSIMO SOGNO. «Se ne sono già avverati tanti. Sono orgoglioso di avere creato una Academy con il mio nome, è già una soddisfazione speciale. Ora il mio obiettivo è quello di continuare a lavorare per diventare allenatore. Ho ancora tanto da imparare».

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Sondaggio sul mercato invernale: due terzi dei lettori promuovono Corvino e Trinchera

Ultimo commento: "RAGAZZI TRA TUTTI I COMMENTI NEGATIVI C'E' SEMPRE LA STESSA PERSONA, CHE PURTROPPO E' OSSESSIONATO DAl SALENTO IN TERMINI DI INVIDIA,PASSA LE GIORNATE..."

Gol dell’anno 2022, vince il siluro di Colombo che ha fatto tremare il Maradona (VIDEO)

Ultimo commento: "Giusto non abbassare la guardia, i conti si faranno alla fine, complimenti fin'ora più che meritati ma guai a scendere in campo convinti che..."
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da News