Calcio Lecce
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

GdM – Bonato: “Lecce-Cremonese sarà una partita combattuta fino all’ultimo”

Nereo Bonato, direttore sportivo della Cremonese, parla a La Gazzetta del Mezzogiorno (intervista di Antonio Calò) della sfida di domani sera al Via del Mare.

LECCE-CREMONESE MATCH COMBATTUTO. «Tra Lecce e Cremonese, mi aspetto una gara tirata e molto combattuta. I salentini vorranno vincere per riscattarsi immediatamente dopo la sconfitta subita a Brescia, ma noi siamo decisi ad ottenere un risultato positivo. Il Lecce farà leva sulla qualità di molti dei suoi interpreti, mentre noi punteremo sull’organizzazione di gioco e sulle buone caratteristiche che abbiamo a disposizione».

BRESCIA-LECCE. «Il 3-0 finale è bugiardo, in quanto è stato un match equilibrato, tra due compagini attrezzatissime, entrambe reduci dalla retrocessione dalla massima serie. La prima rete realizzata dalle “Rondinelle” ha indirizzato l’incontro, ma a “spaccarlo” sono stati altri due episodi. Mi riferisco al gol annullato ai salentini, che avrebbe permesso loro di portarsi sull’1-1 in un momento nel quale stavano profondendo il massimo sforzo per pareggiare, ed al raddoppio dei padroni di casa, giunto poco dopo. Ciò che è accaduto in seguito, soprattutto nei minuti finali, è stato una conseguenza».

CAMMINO DELLA CREMONESE. «Non è stato certo brillantissimo, se si considera che abbiamo inanellato due pareggi ed una sconfitta, ma siamo solo all’inizio. Ci sta che ci siano dei meccanismi ancora da oliare e che si debba crescere, come singoli e come collettivo. La partita con il Lecce si preannuncia difficile, in quanto ce la vedremo con un team molto forte, ma siamo pronti a dare il meglio, decisi a far bene».

TRE PARTITE, UN GOL: PROBLEMI IN ATTACCO? «I numeri sembrerebbero dire questo, ma è prematuro giungere a delle conclusioni. Il cammino da compiere è molto lungo. C’è il tempo per progredire».

SERIE B. «L’equilibrio regna sovrano, come del resto accade sempre in B in tutte le stagioni. Basti pensare che esattamente la metà delle squadre in lizza, dieci su venti, non ha ancora vinto la prima partita. Ci sono 5-6 formazioni sulla carta più forti e più quotate delle altre, che sono alla ricerca del proprio volto migliore, ma c’è comunque un livellamento ed è verso l’alto. Ci sarà bagarre ad ogni turno di campionato».

CAMPIONATO PIU’ COMPETITIVO DEGLI ULTIMI ANNI? «Questo lo chiarirà il campo. Ragionando a tavolino, però, le tre retrocesse sono tutte di grande spessore, con Brescia e Spal che hanno cambiato poco rispetto alla A, due neopromosse come Monza e Reggina che hanno investito tanto e le altre due, il Vicenza e la Reggiana, che dispongono di buoni numeri. Né è possibile tralasciare le compagini che erano in B nel 2019/20, la maggior parte delle quali si sono rinforzate».

Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

E certu, cu dra difesa ca tenimu mo tutti aspiranu alla vittoria ? speriamu cu rimaniti aspirati ???

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

Me pare giustu

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

Ah però!

Articoli correlati

Sostanziale equilibrio nei confronti disputati nella città ciociara. Il ricordo più nitido sorride ai ciociari...
Rispetto a un anno fa la quartultima ha 4 punti in meno, mentre la terzultima...
Il difensore centrale del Lecce Federico Baschirotto è stato ospite di Ora Lecce su Antenna Sud...

Dal Network

Il patron della Lazio e senatore di Forza Italia vuole cambiare il ruolo decisione della...
Queste le parole del numero uno del Napoli, raccolte da Gazzetta.it, sul momento economico finanziario...
Calcio Lecce