Resta in contatto

L'angolo dell'avversario

Penna in trasferta – Bettini (TifoBrescia.it): “Il cambio di allenatore ha dato morale ai biancazzurri”

Il collega Luca Bettini ha raccontato nel dettaglio la situazione in casa biancazzurra nella nostra rubrica dedicata al punto di vista avversario.

Come arriva il Brescia alla sfida di martedì? Che match di aspetti?

“Il morale, dopo un periodo difficile, è tornato a crescere, anche come fisiologica conseguenza al cambio di guida tecnica con l’arrivo di Clotet in panca. Il neo allenatore non si è ancora pienamente insediato, ma il suo arrivo è bastato per portare una iniziale ventata d’aria fresca. Ad aiutarlo come vice c’è Andrea Gastaldello, che meglio di ogni altro conosce l’ambiente bresciano e che viene da tre annate tra salvezza cadetta, vittoria del campionato e retrocessione. E’ andato già in panchina con il Cittadella, vedremo per martedì. Non è tutto positivo, ovviamente, perché i difetti che hanno tenuto così in basso in classifica restano al momento, ed i biancazzurri dovranno faticare per migliorarsi e migliorare una classifica difficile. Alla luce di ciò, martedì mi aspetto una gara equilibrata”.

Come giudichi fino ad oggi il campionato di Lecce e Brescia? Come pensi possa andare a finire?

“Chiaramente tutti si attendevano qualcosa di più dalle Rondinelle, che si trovano solo un paio di punti sopra i playout. I biancazzurri hanno faticato più del previsto arrivando dalla Serie A, e dovranno sudare per ottenere una salvezza che sembra comunque pienamente alla portata. Hanno infatti i numeri anche per avvicinare, alla lunga, le posizioni valide per i playoff, ma mi sembra difficile possano riuscire ad agguantarle. Anche dal Lecce ci si attendeva qualcosa in più, anche perché era partito bene. Nelle ultime gare ha però deluso, andando incontro a diverse difficoltà. Può certamente fare meglio di così, credo possa stabilirsi ai piedi del podio ed affrontare i playoff come una delle meglio posizionate”.

Come dovrebbe scendere in campo le Rondinelle contro i giallorossi?

“Si dovrebbe giocare con il 4-3-1-2, con Joronen tra i pali e difesa a quattro con Karacic, Mateju accentrato per sostituire lo squalificato Papetti, Chancellor e Martella. In mediana spazio a Bisoli, Ndoj e Jagiello, alle spalle del trequartista Spalek. Davanti la coppia Ayè-Donnarumma”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Lorusso è il giocatore simbolo di tutta la storia calcistica del lecce. È stato un grande è stato tra i primi giocatori ad essere molto altruista..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Sei stato un grande. E che dire di quelle punizioni di collo esterno. Magiche"

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Prima di scrivere di sor Carletto dovevate sentire lui e stato citato tutto ma le sue vere origini. Fu scoperto da Costantino Rozzi e le vere gesta la..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Il talento più puro che abbia indossato la maglia giallorossa..."
Advertisement

Altro da L'angolo dell'avversario