Resta in contatto

News

I numeri della crisi: 1 punto in tre giornate

Il Lecce si è spento sul più bello, quando sarebbe servito l’ultimo sforzo da parte della squadra per raggiungere un traguardo a portata di mano.

Queste ultime quattro gare di campionato erano decisive, lo si sapeva da prima che il campionato venisse slittato con questa formula, figlia dei casi covid in casa Pescara. Negli ultimi tre turni la corsa promozione si è praticamente accesa, ma i giallorossi sono rimasti fermi al palo, vedendo le altre pretendenti scappare e fuggire via.

Quelo che si evince dalla nostra tabella di confronto è che in queste ultime tre gare il Monza di Brocchi ha praticamente messo il turbo, i numeri della formazione brianzola sono straordinari: 3 vittorie, 9 punti conquistati 7 gol realizzati e appena 1 ed ininfluente quello subito. Ha fatto il necessario invece la Salernitana vincendo 2 partite e totalizzando 6 punti, uno score che ha permesso ai granata di sopravanzare a Lecce e presentarsi, a quella che a tutti gli effetti sembra essere una passerella, a Pescara con un vantaggio importante e con il destino nelle proprie mani.  L’Empoli non poteva complicarsi la vita, ha vissuto di rendita, ha fatto troppo bene in questo campionato per potersi rovinare nel finale, in cui grazie al suo unico successo ha blindato la sua Serie A, un cammino praticamente in discesa per i toscani, che sembrano oramai aver staccato la spina, un lusso però che si possono permettere.

IL LECCE. I giallorossi sono rimasti con il freno a mano tirato, si presentavano a questo finale di stagione con la possibilità di poter essere artefici del proprio futuro che hanno disfatto nell’arco di tre partite in cui sono riusciti appena a racimolare un punto, nel pareggio per 2-2 contro la Reggina.  Queste ultime tre gare sono la fotografia del campionato del Lecce fatto di alti e bassi. Con un solo punto in tre gare è impossibile pensare a qualcosa di meglio dei play off. Quello che preoccupa sono le 6 reti subite, troppe in appena tre partite. Un lusso che Lucioni e compagni non si possono permettere nella post season.

 

8 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Credo che il calcio sia un viaggio senza tempo dove le bandiere i miti che personificano una squadra rimarranno nella memoria degli anziani che un..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ricordi bellissimi grandissimo campione maradona lo voleva al napoli insieme a lui ma avevano tanti giocatori in quel ruolo perciò immaginate un..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Un mito per questi colori, sarebbe bello che attorno al via del mare si costituisse un percorso delle stelle per dare un tributo a tutti queste grande..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Ole olè"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da News