Resta in contatto

News

GdM – Baldieri: “Baroni è già bello carico. Il Lecce ha giovani interessanti ma acerbi”

L’ex attaccante del Lecce ha concesso un’intervista alla Gazzetta del Mezzogiorno. Si è parlato del nuovo tecnico giallorosso Marco Baroni e degli aggiustamenti necessari per migliorare le prestazioni.

GIA’ UN INCONTRO. “Ci siamo già incrociati, qui a Lecce. Ho visto Marco Baroni già bello carico per questa avventura sulla panchina giallorossa. Sono sicuro che farà bene qui”.

I RICORDI. “Baroni è una persona positiva, un bravissimo ragazzo, goliardico come me, anzi più serio di me perché faceva gruppo, ma era anche riservato. Eravamo abbastanza amici, c’è sempre stata stima reciproca. Lui, come calciatore, era forte: nonostante la stazza fisica era agile nell’uno contro uno e aveva un tempismo eccezionale”.

CHI ALLENA E CHI…”Mi ha fatto molto piacere, stavo attraversando la strada e ci siamo salutati. Gli ho detto ‘ti aspetto’. Spero che faccia bene. peraltro, insieme abbiamo fatto anche il corso di allenatori a Coverciano. Lui poi ha continuato, io mi sono fermato. Il calcio è cambiato, si passa velocemente dall’essere un idolo a diventare il peggior giocatore o allenatore”.

BARONI TENACE. “Ho visto Marco bello carico. Lui è uno che non molla mai, se c’è da battagliare. Instaurerà sicuramente un rapporto schietto con i giocatori. Gli auguro di riportare il Lecce in A, per tutti i tifosi e per i sacrifici che fanno i dirigenti”.

RIMPIANTO. “Io credo che quest’anno il Lecce aveva una delle rose più forti, se non la più forte della Serie B. In attacco, ad esempio, c’erano molte possibilità, non tutti forse inseriti nei momenti giusti. Eravamo comunque secondi in classifica, poi la promozione ce la siamo mangiata per strada. Se poi quel rigore contro il Venezia fosse entrato ora staremmo in A e racconteremmo tutt’altra storia”.

MANCOSU. “Non lo so se andrà via. Se sarà così mi dispiace. Marco è un ragazzo serio, squisito. Non era in perfette condizioni, ma se sta bene fa la differenza in campo”.

DIFESA. “Servirà qualche cambio dietro? Sì, perché oggi non credo ci siano difensori irresponsabili, non dovrebbero far arrivare gli avversari troppo a ridosso del portiere. Un problema di modulo? Forse. Ci sono giocatori, come Calderoni, che sono un patrimonio della società: un capitale che è giusto mantenere e valorizzare, non buttarlo via perché arrivano giocatori nuovi”.

GIOVANI. “E’ esploso Gallo, certo, ma è un po’ inesperto. Il Lecce ha tanti giocatori interessanti, ma ancora acerbi. Speriamo che Baroni faccia fare loro quel salto in avanti per affermarsi, per forzare la giocata, per rischiare un po’ di più. Io comunque sono fiducioso, vediamo che succede”.

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da News