Resta in contatto

News

Schwoch: “Coda? Se fossi il Lecce non me lo farei scappare”

L’ex attaccante ha parlato dei suoi colleghi della serie cadetta in un’intervista alla Gazzetta dello Sport.

MASSIMO CODA. “Ben vengano i giovani, in tutti i reparti del campo, ma davanti paga anche l’esperienza e difficilmente si vincono i campionati senza un grande centravanti. Coda? Se io fossi il Lecce non me lo farei scappare. Ha fatto tanti gol, ma non dimentichiamoci i 10 assist. Se il Lecce lo ritiene fondamentale deve rinnovargli il contratto, senza mandarlo in campo col rischio di perderlo a zero. Se va via c’è la fila per lui. Lo ritengo uno degli attaccanti più forti della categoria, sposta gli equilibri.

MONZA. “Voto Simy. In A ha fatto molto bene ed è migliorato tantissimo da quando è in Italia, anche grazie a Stroppa, che lo conosce bene. All’inizio era un po’ impacciato anche nelle basi tecniche: col tempo è diventato un ottimo numero 9″.

LAPADULA.Sta facendo ottime cose con la nazionale peruviana, ma arriva da due retrocessioni consecutive con Lecce e Benevento. Col Pescara in B fece 30 gol, quindi parliamo di un valore assoluto per la cadetteria. Il suo ingaggio è alto, ma se si vuole un attaccante che segna, bisogna pagarlo”.

NOME DA CONSIGLIARE. “Moncini. È reduce da una stagione poco felice con il Benevento, complici anche gli infortuni, ma quando sta bene come a Cittadella sa essere un giocatore devastante”.

ALTRI. “Mancuso, La Mantia, Forte, Tutino, Djuric, elementi pronti per la A? Mancuso sicuramente, con Andreazzoli farà molto bene. La Mantia già a Lecce ha assaggiato la massima categoria e vedremo che tipo di utilizzo avrà. Forte, Djuric e Tutino è giusto che si giochino le loro carte. 

DONNARUMMA E AYE. Se Donnarumma torna quello di due stagioni fa, è un attaccante fuori categoria al massimo delle sue potenzialità. Ha sofferto quest’anno e per fortuna il Brescia ha trovato Ayé.

GIOVANE CON ASPETTATIVE. Mi aspetto tanto da Sebastiano Esposito se scenderà di nuovo in B. Mi aspettavo di più da lui con SPAL e Venezia, dove ha giocato poco. Aveva referenze enormi, non vorrei le abbia sofferte un po’.

DELUSIONE. Menez, sebbene fisicamente non sia stato benissimo. Ma lui è uno che viaggia sulle ali dell’entusiasmo: se non gioca titolare nella Reggina, qualcosa non funziona in lui, non nella squadra.

GIGI BUFFON. “Un segnale importante in questo calcio: non sempre prevalgono i soldi. Gigi è sceso nella squadra che lo ha lanciato: darà prestigio a tutta la categoria”

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Sondaggio sul mercato invernale: plebiscito dei tifosi, Corvino-Trinchera promossi a pieni voti

Ultimo commento: "Tu non mi sembri proprio italiano…non offendere Corvino e Trinchera"

SONDAGGIO – Che voto merita il mercato invernale del Lecce?

Ultimo commento: "Al contrario di tanta melma ti fa onore"

SONDAGGIO – Qual è la più bella maglia della storia del Lecce?

Ultimo commento: "Questa è la prima maglia per me per il Lecce modificando gli stemmi e inserendo a sinistra del cuore lo scudetto e a destra la Lupa con il numero di..."
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da News