Resta in contatto

News

Schwoch: “Coda? Se fossi il Lecce non me lo farei scappare”

L’ex attaccante ha parlato dei suoi colleghi della serie cadetta in un’intervista alla Gazzetta dello Sport.

MASSIMO CODA. “Ben vengano i giovani, in tutti i reparti del campo, ma davanti paga anche l’esperienza e difficilmente si vincono i campionati senza un grande centravanti. Coda? Se io fossi il Lecce non me lo farei scappare. Ha fatto tanti gol, ma non dimentichiamoci i 10 assist. Se il Lecce lo ritiene fondamentale deve rinnovargli il contratto, senza mandarlo in campo col rischio di perderlo a zero. Se va via c’è la fila per lui. Lo ritengo uno degli attaccanti più forti della categoria, sposta gli equilibri.

MONZA. “Voto Simy. In A ha fatto molto bene ed è migliorato tantissimo da quando è in Italia, anche grazie a Stroppa, che lo conosce bene. All’inizio era un po’ impacciato anche nelle basi tecniche: col tempo è diventato un ottimo numero 9″.

LAPADULA.Sta facendo ottime cose con la nazionale peruviana, ma arriva da due retrocessioni consecutive con Lecce e Benevento. Col Pescara in B fece 30 gol, quindi parliamo di un valore assoluto per la cadetteria. Il suo ingaggio è alto, ma se si vuole un attaccante che segna, bisogna pagarlo”.

NOME DA CONSIGLIARE. “Moncini. È reduce da una stagione poco felice con il Benevento, complici anche gli infortuni, ma quando sta bene come a Cittadella sa essere un giocatore devastante”.

ALTRI. “Mancuso, La Mantia, Forte, Tutino, Djuric, elementi pronti per la A? Mancuso sicuramente, con Andreazzoli farà molto bene. La Mantia già a Lecce ha assaggiato la massima categoria e vedremo che tipo di utilizzo avrà. Forte, Djuric e Tutino è giusto che si giochino le loro carte. 

DONNARUMMA E AYE. Se Donnarumma torna quello di due stagioni fa, è un attaccante fuori categoria al massimo delle sue potenzialità. Ha sofferto quest’anno e per fortuna il Brescia ha trovato Ayé.

GIOVANE CON ASPETTATIVE. Mi aspetto tanto da Sebastiano Esposito se scenderà di nuovo in B. Mi aspettavo di più da lui con SPAL e Venezia, dove ha giocato poco. Aveva referenze enormi, non vorrei le abbia sofferte un po’.

DELUSIONE. Menez, sebbene fisicamente non sia stato benissimo. Ma lui è uno che viaggia sulle ali dell’entusiasmo: se non gioca titolare nella Reggina, qualcosa non funziona in lui, non nella squadra.

GIGI BUFFON. “Un segnale importante in questo calcio: non sempre prevalgono i soldi. Gigi è sceso nella squadra che lo ha lanciato: darà prestigio a tutta la categoria”

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Hai perfettamente ragione"

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Vucinic una "punta di diamante" la definizione corretta ."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Classico di chi non sa argomentare, girarla sul piano personale. Il tuo? Solo pregiudizio e necessità di sentirsi duro e puro senza averne fisiologia..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ottima scelta quella di ingaggiare quelli tra loro che possono ancora lavorare per il Lecce, anche se piu di lavoro dovremmo chiamarla passione"

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Volevo dire Curva Nord, ma è uscito Curva Sud. Un lapsus, dovuto al contenuto del mio intervento...."
Advertisement

Altro da News