Resta in contatto

Approfondimenti

Intoccabile sul mercato, Hjulmand cerca conferme e crescita dopo l’approccio devastante

Il giovane danese, protagonista di un’annata super culminata nelle positive prestazioni con la Danimarca Under 21, studia per diventare il leader del centrocampo del nuovo Lecce.

Se uno dovesse pensare alle note più positiva della passata stagione agonistica, nei primi tre-quattro nomi che verrebbero in mente non potrebbe non esserci Morten Hjulmand. Il giovane danese non solo rappresenta, appunto, una delle parti migliori del Lecce che è recentemente stato, ma anche una delle maggiori speranze per quello che sarà. Anche per questi motivi Corvino lo ha voluto blindare.

Come ben noto, l’approccio del classe 1999 dal suo arrivo invernale dall’Admira è stato a dir poco devastante. Giunto in sordina per farsi le ossa in chiave futura, in pochissimo tempo si è preso la scena risultando imprescindibile schermo davanti alla difesa e regista pulito ed efficace. Tanto da diventare insostituibile, con annessi “contro” traducibili in un lieve calo di prestazioni finale fisiologico quanto si tira la carretta da tempo. Il bilancio del suo 2021 (annesse buone uscite con la Danimarca Under 21) è però decisamente ottimo.

Era inevitabile che il talento scandinavo attirasse le attenzioni nella prima sessione di mercato buona, ma Pantaleo Corvino non ci ha messo più di un secondo a mettere le cose in chiaro. Hjulmand è incedibile, salvo ovviamente clamorose offerte giudicabili come “indecenti”. Il centrocampista non è sul mercato e rimarrà dunque nel Salento, pronto a proseguire il proprio percorso di crescita.

Da regista? Da mezzala? In coppia con un altro mediano? Risposte tattiche che ci darà Marco Baroni. Ciò che è certo è che avrà un ruolo ancora da protagonista nel nuovo Lecce. Per la gioia dei tifosi, per i quali è già uno dei simboli del nuovo corso giallorosso.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Un calciatore esemplare, un campione che avrebbe meritato di più. Purtroppo come regista nella sua Argentina c'era un certo Diego Maradona... ma..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Volevo dire Curva Nord, ma è uscito Curva Sud. Un lapsus, dovuto al contenuto del mio intervento...."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Barbas era il numero 1 gli altri tutti dietro, chi non è più giovane e ha visto giocare Beto ti dice senza paura di essere smentito che era uno dei..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Per chi era tutte le domeniche allo stadio e un ricordo che ancora oggi si sente la mancanza si sente soprattutto come spogliatoio nonostante era di..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da Approfondimenti