Resta in contatto

Esclusive

Lepore a CL:  “Chi mi prenderà troverà un giocatore pronto. Il Lecce? Ci vuole pazienza, ma col pubblico…”

L’ex capitano del Lecce, ora senza contratto dopo i sei mesi passati alla Triestina, ci racconta il suo momento in attesa di una nuova esperienza.

Lunghi allenamenti in solitaria, periodi di pausa senza le vibrazioni degli stadi pieni e incertezze sul futuro. Franco Lepore, 35 anni compiuti ad agosto, lavora in solitaria senza indugi per poi farsi trovare pronto ancora una volta. “La vita da svincolato non è semplice perché vengo da due campionati vinti in tre anni e mezzo, dove ho sempre giocato da protagonista, titolare -racconta il ragazzo delle Case Magno-. Anche l’anno scorso ho avuto il mio spazio a Trieste. Noto che anche altri giocatori importanti sono senza squadra. Un’assurdità. Ora mi sto allenando con la Civitatese, una squadra di Promozione molto vicina a Palazzolo sull’Oglio, dove abito. Ho bisogno di fare delle sessioni in gruppo, esercizi con la palla, in attesa della chiamata giusta”

In estate non sono mancate delle trattative con squadre di Lega Pro: “Ci sono state delle chiacchierate, il mio procuratore ha verificato delle condizioni di fattibilità. Oltre al Siena, c’è stato anche il Catanzaro. Mister Calabro mi voleva, ma alla fine la società ha scelto altre soluzioni e quindi non si è fatto nulla. Capisco che le società avevano dei giocatori in rosa, alcuni dovevano liberarsi. Non è semplice. In ogni caso, sono fiducioso. Da tanto tempo non mi trovavo in questa situazione e ora ho capito che il mercato degli svincolati comincia adesso”.

Questo periodo è una sorta di film che si ripete per Lepore, già fuori dai campi per nove mesi, passati anche ad allenarsi nella Berretti del Lecce, nel 2013 dopo la squalifica seguita ai tempi della Nocerina. A distanza di anni, i sentimenti però non cambiano, come non muta la fiducia nei propri mezzi: “La vivi ugualmente, un po’ con sconforto da una parte. A questo punto della mia carriera posso dire di aver dimostrato il mio valore sul campo e non con le chiacchiere e continuerò a farlo. Sarò io a decidere quando smettere di giocare e non le dinamiche di mercato. Vivo questa situazione con professionalità, mi alleno tutti i giorni. Chi mi prenderà troverà un giocatore importante e pronto a livello fisico e a livello mentale. Ripagherò chi mi darà fiducia dando il massimo sul campo”.

Il laterale destro gradirebbe una squadra con un progetto ambizioso: “A me piacerebbe lottare sempre per vincere. La mia carriera lo dice: ho vinto 5 campionati, tutti da protagonista. Sarà bello poter continuare a vincere, magari in coppia con il mio amico Marco Armellino, lì a Modena. Non sarebbe male”.

Lepore, tifosissimo del Lecce oltre che ex capitano, dice la sua sull’avvio della squadra di Baroni. Servirà tempo ai giallorossi, che però potranno godere dell’abbraccio del proprio pubblico: “Il Lecce è una squadra ringiovanita, ha tanti giocatori nuovi. Ci vuole pazienza, bisogna star vicino al gruppo e il campo darà risposte. Sono stati fatti degli acquisti mirati e quindi si dovrà solo pensare a dare tutto per quella maglia e far gioire società e tifosi…lo meritano. La gente poi torna allo stadio, è bellissimo. Anche nella mia situazione, non vedo l’ora di tornare in campo con il pubblico sugli spazi, un valore aggiunto per il Lecce e per le altre squadre. Quest’anno la Serie B è molto livellata e bisognerà stare attenti”.

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ricordi bellissimi grandissimo campione maradona lo voleva al napoli insieme a lui ma avevano tanti giocatori in quel ruolo perciò immaginate un..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Un mito per questi colori, sarebbe bello che attorno al via del mare si costituisse un percorso delle stelle per dare un tributo a tutti queste grande..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Ole olè"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Lorusso è il giocatore simbolo di tutta la storia calcistica del lecce. È stato un grande è stato tra i primi giocatori ad essere molto altruista..."
Advertisement

Altro da Esclusive