Resta in contatto

Rubriche

Penna in trasferta – Lombardini (CalcioFere): “La Ternana sta crescendo. Pettinari? Soffre la concorrenza…”

Abbiamo dialogato con il collega del portale che segue le sorti delle Fere, prossimo avversario del Lecce nel match in programma venerdì sera.

Lucarelli ha parlato di una Ternana impegnata in una delle Serie B più probanti degli ultimi anni. Che campionato hanno svolto sinora le Fere e cosa ci si aspetta dall’impegno in casa del Lecce?

“La Ternana ha pagato molto lo scotto della scorsa stagione. La troppa sicurezza accumulata dallo straordinario campionato passato ha fatto sì che l’esordio sia stato con tre sconfitte che hanno mostrato la difficoltà di ambientamento. La squadra ci ha messo molto per fare quel “reset mentale” del quale Lucarelli ha sempre sostenuto la necessità. Poi la squadra è cresciuta, insieme alla condizione di alcuni giocatori (per esempio Sorensen) e sono arrivati i risultati. Ora la squadra sicuramente è più consapevole delle difficoltà del campionato, anche se mostra ancora alcuni limiti, per esempio Lucarelli continua a proporre un centrocampo con due giocatori, che in serie B è difficile senza mediani strutturati che alla Ternana mancano. Poi la difesa ha grosse amnesie e prende gol evitabili partendo da palla ferma come quello col Cittadella da fallo laterale”. 

Tra le file rossoverdi milita Pettinari, l’anno scorso rientrato nelle fila salentine dopo una mezza stagione da separato in casa. Si potrebbe pensare a un suo impiego in una partita da lui sentita dove verosimilmente vorrà togliersi qualche sassolino dalla scarpa?

“Pettinari purtroppo soffre molto la concorrenza di Donnarumma. E’ arrivato a Terni pensando di giocare titolare ma poco dopo è arrivato l’ex Brescia e Pettinari, complice anche una condizione non ottimale ed il modulo con una sola punta, è finito progressivamente ai margini. La sensazione che ho è che sia da recuperare soprattutto sul piano mentale: contro il Cittadella ha avuto l’ennesima occasione per mettersi in mostra dopo il pessimo primo tempo di Donnarumma ed ha nuovamente fallito.  Lucarelli dovrà cercare di dosare le energie dei giocatori nei reparti dove può farlo, vista la distanza ravvicinata e quindi penso che potrebbe avere spazio, almeno per una parte del match”

Qual è lo stato di forma della squadra? Come si gestirà l’emergenza in difesa?

“La squadra fisicamente sta bene, bisogna capire come reagirà il gruppo a questi due casi Covid che per la Ternana sono i primi da quando è in corso la pandemia. Credo che Lucarelli avrà lavorato molto sugli errori piuttosto evidenti palesati col Cittadella, che peraltro il tecnico in conferenza stampa post gara ha ammesso in toto. In difesa la coperta è corta. Defendi non avrebbe comunque giocato perchè infortunato. Ci sono Kontek, Salim Diakitè, Ghiringhelli e Celli a giocarsi due o tre posti, rientra anche Nesta che può tornare utile in panchina”.

Tra i tanti ex Lecce spicca mister Cristiano Lucarelli, uomo di spessore che ha sempre speso belle parole per il Lecce e che a Terni ha finalmente trovato degli importanti successi in panchina. Cosa ha dato in più alla squadra l’ex bomber?

“Non c’è dubbio che la forza di Lucarelli sia stata la mentalità vincente, infusa ad un gruppo che l’anno scorso, quando lui è arrivato ad agosto, veniva da un playoff bruciante ed aveva diversi giocatori demotivati, alcuni addirittura con le valigie in mano (vedi Vantaggiato). A molti ha fatto sorridere ma l’immagine del “restare tutti dentro al carro armato” è quella che la rappresenta meglio. “Se mettiamo la testa fuori poi imbarchiamo acqua”, dice sempre. Quindi archiviare subito vittorie e sconfitte e profilo basso. Proprio questo aspetto mentale non sempre ha funzionato quest’anno“.

Quale potrebbe essere la probabile formazione?

“Posto che noi purtroppo vediamo solo il primo allenamento settimanale, che  non fornisce molte indicazioni, il quadro se non ci saranno sorprese dell’ultim’ora dovrebbe essere piuttosto evidente. Resta da capire se farà più turnover a Lecce o col Crotone. Indisponibili sicuramente Defendi (infortunato e positivo al Covid) e Palumbo (l’altro positivo), Capuano che rientrerà solo a Frosinone e Sorensen, squalificato.  Nel 4-2-3-1 quindi davanti a Iannarilli dovrebbero giocare Ghiringhelli e Martella esterni, con il ritorno di Kontek (che non gioca un minuto dalla partita con la Spal, ma è l’unico altro centrale rimasto) insieme a Boben centrali. In mediana Agazzi e Proietti; con Falletti supportato da Partipilo e Furlan con uno fra Donnarumma o Pettinari davanti”.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Perfavore Ulivieri non farebbe panchina neanche in una squadra di serie C"

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Volevo dire Curva Nord, ma è uscito Curva Sud. Un lapsus, dovuto al contenuto del mio intervento...."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Barbas era il numero 1 gli altri tutti dietro, chi non è più giovane e ha visto giocare Beto ti dice senza paura di essere smentito che era uno dei..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Per chi era tutte le domeniche allo stadio e un ricordo che ancora oggi si sente la mancanza si sente soprattutto come spogliatoio nonostante era di..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da Rubriche