Resta in contatto

L'angolo dell'avversario

Il Monza si prepara alla Serie A, Stroppa: “Il nostro avversario? Noi stessi, ma abbiamo già fatto il grosso”

I brianzoli, seguiti da circa 2mila tifosi a Perugia, cercano la prima storica promozione in A, ora a un passo. L’allenatore cerca di calmare gli animi nella conferenza stampa pregara ripresa da ForzaMonza.it

SULL’ATTESA: “E’ stata la stessa settimana della precedente, la preparazione della partita è stata uguale. L’atmosfera intorno è stata un po’ diversa ma ciò non toglie niente a ciò che è stata la preparazione della partita di domani“.

SULLA CONDIZIONE FISICA: “Bisogna vedere come stanno coloro che non sono stati impiegati con il Benevento per provare a cambiare qualcosa. Quella è stata una buona partita e diventa difficile metter mano a una cosa che sembrerebbe funzionare. A meno che non ci siano giocatori più pronti rispetto a chi ha giocato sabato scorso“.

SUL MONZA AVVERSARIO DI SE STESSO: “Da sempre è stato così. Mi piace pensare che il grosso è stato fatto fino a sabato scorso. Quello è stato il difficile. Ora dobbiamo raccogliere con la determinazione giusta senza farsi prendere dall’assillo o dall’ansia. Serenamente andando in campo a fare le cose che sappiamo fare“.

PERUGIA COME UNA FINALE: “Non ci sono suggerimenti da dare ai giocatori ma semplicemente fare ciò che sappiamo fare. La difficoltà è stata arrivare dove siamo adesso. E’ stata una difficoltà tremenda e adesso ci siamo. Dobbiamo stare sereni. E’ vero che potremmo andare in A in caso di vittoria ma se le cose non dovessero andar bene abbiamo un’altra possibilità. Non ci voglio pensare ma la voglio considerare. Dobbiamo affrontare Perugia con serenità e tranquillità“.

SU DANY MOTA: “Arrivava da una stagione abbastanza positiva. Doveva mettere più gol nei suoi numeri e l’ha fatto in questa stagione. Poteva fare di più ma l’apporto dato alla squadra è sempre stato ottimale. Valoti? E’ uno che considero perché è un giocatore importante. Vediamo in che condizioni sarà domani ma è un giocatore importantissimo per noi“.

SUL PERUGIA: “E’ una squadra forte, allenata benissimo e imprevedibile. Sarà una squadra che ci metterà in difficoltà. Ci sarà da correre e soffrire contro questo Perugia. Ci somigliano molto. Hanno giocatori importanti, imprevedibili e di gamba. Il Perugia è una squadra da temere molto. Quindi oltre a tutto quello detto fino ad ora su di noi sarà una partita difficilissima proprio per le qualità del Perugia“.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da L'angolo dell'avversario