Resta in contatto

News

GdM – Sticchi: “Lecce in simbiosi con la gente. Il Via del Mare di soli abbonati? Penso sia realizzabile”

Nell’ambito della lunga intervista concessa alla Gazzetta del Mezzogiorno, il presidente giallorosso parla di “un sogno perso ma solo perché si è realizzato”.

Qui le parole su Pantaleo Corvino e sul budget per la prossima Serie A.

IL GIRO DI CAMPO DOPO LECCE-PORDENONE. “Non dimenticherò mai quel giro di campo. Ho respirato un entusiasmo incontenibile, ma soprattutto tanto affetto nei miei confronti. Energia pure. Quando dico la squadra della gente? E perché questo Lecce è entrato nel cuore delle persone più di altri? E’ un viaggio che dura da quando sono presidente, circa 5 anni fa, stiamo vivendo in simbiosi con la gente. La gente si sente coinvolta perché i protagonisti trasmettono gli stessi valori che il tifoso prova per la sua squadra. Nella quotidianità cerchiamo di garantire alla gente massima disponibilità. Non mi piacciono gli atteggiamenti da star, occorre mettersi a disposizione coi tifosi”.

GENTE LONTANA? “Mai, specie quando la Curva Nord è tornata in casa e trasferta aggiungendosi ai tifosi che non sono mai mancati. Dopo il pari a Parma rimasi male a leggere dei giudizi spietati su alcune testate. La squadra in quel momento era stanca e piena di infortunati, qualcuno ingiustamente provò a calcare la mano”.

MOMENTO DI PAURA. “In un campionato pieno di squadre super attrezzate non pensi mai di farcela. Io ho sempre pensato che con i nostri grandi valori tecnici e umani ce la saremmo giocata fino all’ultimo secondo”.

VIA DEL MARE DI SOLI ABBONATI. “Se penso sia realizzabile? Lo percepisco nell’aria. In città e in provincia c’è un’aria bellissima. La gente vuole esserci per dare un segnale di vicinanza alla società sia perché teme di rimanere fuori come accaduto in alcune partite”. 

SQUADRA. “Il Lecce arriva in A con giocatori di proprietà riducendo all’osso i prestiti. Sì, è la visione avuta solo due anni fa dalla dirigenza e poi magistralmente messa in atto da Corvino e Trinchera. Ciò è solo una base di partenza, poi si dovrà intervenire per migliorare la rosa. La differenza tra A e B è abissale anche se l’ultima Serie B è stata di livello altissimo”.

28 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
28 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da News