Resta in contatto

Approfondimenti

La “pennellata”, il biancazzurro ed il centro storico in rosso: tutti i dettagli delle nuove maglie del Lecce

Semplicità a tradizione ma anche inedite sperimentazioni. Tante le chicche interessanti del nuovo tris di completi che rappresenteranno il Lecce 2022/23.

Prima uscita pubblica delle divise con le quali si misureranno i calciatori del Lecce nella stagione che avrà il via ufficiale il prossimo primo di luglio. Presentate stamattina nella sala stampa del Via del Mare, le maglie ufficiali 2022/23 hanno come da tradizione attirato attenzione, curiosità e passione di centinaia di migliaia di tifosi salentini che la considerano come una seconda pelle. Un’attenzione meritata per i prodotti del marchio autoprodotto M908, i quali meritano il nostro classico approfondimento ad hoc.

GIALLOROSSA. La prima maglia è, come da tradizione, caratterizzata dall’indissolubile legame con le strisce verticali giallorosse. Queste sono pubblicamente considerate sacre dalla proprietà, pur essendo state in passato caratterizzate da un tocco di modernità, di avanguardia, nel classico binomio della storia che guarda al futuro. Si è deciso così di puntare su una proposta mai adottata prima, ovvero quella dei bordi irregolari che vanno a formare una sorta di pennellata gialla sullo sfondo rosso.

Quest’ultimo è proprio il colore che domina la divisa, dal momento che i “pali” rossi superano quelli gialli per sette a sei, manica inclusa. La peculiarità principale, quella dell’irregolarità dei bordi, fa il paio con l’elemento non meno netto della larghezza delle strisce che, per la prima volta dalla nascita di M908, si presentano così ampie. Il colletto è a V interamente rosso, e da notarsi è anche la scomparsa completa del blu dalla divisa casalinga.

Per trovare il blu bisogna spostarsi sui calzoncini, che saranno diversi da quelli visti in foto e verranno mostrati più in avanti. Non è da escludere, come sempre, la produzione anche di quelli rossi da utilizzare specificatamente in determinate trasferte, come spesso avvenuto in passato. Rossi, infine, i calzettoni.

BIANCA. Binomio ancor più preminente tra tradizionale semplicità e novità anche, e forse soprattutto, per la seconda maglia, il cui colore dominante è, come da tradizione, il bianco. Anche in questo caso mancano elementi di disegno come lo erano stati, nel recente passato, il vento o il rosone di Santa Croce. Stavolta sono i dettagli a fare la differenza, e parliamo soprattutto in termini cromatici con la presenza, raramente vista nella storia del Lecce, dell’azzurro.

Quest’ultimo spezza il bianco pulito del corpo della divisa all’altezza di bordomanica, colletto (sempre a V larga) e spalle. Sempre sulle spalle la leggerissima presenza giallorossa sulla maglia da trasferta, tutta nella striscia sottile bicolore che arriva prima del dominio azzurro nella parte più posteriore. Saranno interamente azzurri i calzoncini (a differenza di quanto appare in foto), mentre i calzettoni dovrebbero essere bianchi.

ROSSA. Sorprese nelle prime due maglie, sicuramente, ma la vera novità è rappresentata dalla terza, quest’anno completamente rossa. Un rosso diverso da quello acceso che caratterizza il completo da casa, con nette tendenze verso il corallino. Anche qui nessuna traccia di blu e, vera “rottura” con la tradizione, giallo appena accennato da piccolissimi inserti sulla manica, su stemma e sponsor tecnico (che su ogni maglia differiranno rispetto a quanto visto quest’oggi) ed all’interno del colletto.

Il terzo kit è l’unico a presentare elementi in disegno, e che elementi: lo skyline in chiaroscuro dei monumenti principali del centro storico di Lecce a celebrare l’apertura del campanile del Duomo. Si segnala la presenza del campanile stesso, della cattedrale, di Porta Rudiae, del Sedile e della Colonna di Sant’Oronzo. In continuità cromatica total red, infine, anche calzoncini e calzettoni.

22 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

22 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da Approfondimenti