Resta in contatto

News

Giacomazzi: “Sorpreso dalla cessione di Coda. Corvino dovrà fare lavoro sporco”

L’ex capitano del Lecce è stato protagonista di una diretta sul canale Twitch della World Soccer Agency.

LECCE IN A. “Sarà un campionato difficilissimo, per una neo promossa è difficile poter fare questo salto, ancor di più per il Lecce che arriverà con una rosa giovane. Conoscendo il ds Pantaleo Corvino punterà sui ragazzi, non solo su di loro ma è il suo grande obiettivo, provando a mantenere la categoria. L’anno scorso hanno fatto un grande campionato, ottenendo meritatamente il primo posto. A Corvino adesso tocca fare un lavoro un po’ più sporco, creare una squadra forte senza tanti milioni come tante altre squadre. Sicuramente farà una squadra all’altezza, il Lecce avrà la possibilità di salvarsi. L’importante è creare un gruppo coeso, una buona mentalità e avere un’idea di calcio che la squadra riesca a interpretare”.

CESSIONI. “La cessione di Coda è stata personalmente una sorpresa, ma dipende da quello che ha Corvino a livello economico per poter creare una squadra, deve monetizzare per andare a prendere altri calciatori. Lucioni è stato un giocatore fondamentale l’anno scorso ma la Serie A è una cosa completamente diversa, ci sono attaccanti fortissimi”.

HJULMAND. “Capitano? E’ molto forte e ora deve riconfermare quello che ha fatto vedere in Serie B. Mi piacerebbe vederlo fare il play un po’ di più, dal punto di vista difensivo è un giocatore di fascia medio alta, mi piacerebbe vederlo di più sullo sviluppo del gioco”.

TIFOSI. “Sarò eternamente grato a Corvino, alla famiglia Semeraro e ai tifosi. E’ pieno di leccesi in giro, anche in Uruguay, quando li vedo per me è sempre un orgoglio. Quello che posso dire loro è che ho indossato quella maglia con il cuore per 12 anni e ho lasciato tutto quello che avevo. Io ho due figli leccesi, mia moglie è leccese. Oltre tutti i discorsi calcistici, mi hanno dato la cosa più importante che è la famiglia, per questo sarò sempre grato a questa squadra e a questa città”.

CHEVA. “E’ un grandissimo amico, un calciatore fortissimo, una persona eccezionale e genuina. Ci lega non soltanto essere arrivati insieme dal primo giorno ma molto di più”.

GIACO JR. “Mio figlio Sebastian è stato chiamato nell’Under 20 dell’Uruguay per un trofeo internazionale, vogliono convocare i ragazzi che possono avere la nazionalità uruguaiana. E’ un’esperienza di vita e lui ne è entusiasta, ha solo 16 anni e gioca nel settore giovanile del Lecce. Io sono felice per lui”.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da News