Resta in contatto

Approfondimenti

Attacco, non è finita qui: Corvino punta un altro esterno. Chance in A per Listkowski, ma Di Mariano…

Diverso il caso di Pablo Rodriguez, che non è sul mercato e potrebbe ancora essere un jolly per il tridente. Tutte le ultime indicazioni.

Il mercato in entrata per l’attacco del Lecce potrebbe non essere finito con l’arrivo di Federico Di Francesco. A dare indicazioni unitili in questa direzione è stato direttamente Pantaleo Corvino, che nel fare il punto sulla sessione giallorossa ha parlato anche della linea offensiva. Che, come detto, non ha ancora raggiunto la sua forma definitiva.

Il tridente titolare sarà composto da Strefezza, Di Francesco e, al centro, uno tra Ceesay e Colombo. Partiamo proprio dalle punte che, al momento, sono tre, con il gambiano (attualmente in leggero vantaggio) e lo scuola Milan a giocarsi una maglia. Terzo incomodo con voglia di stupire è Joel Voelkerling Persson, che potrebbe essere il giovane da lanciare per scompigliare le carte come spesso avvenuto in queste ultime stagioni di A soprattutto nella zona bassa della graduatoria.

Sulle fasce Corvino è stato chiarissimo: al momento le ali sono Strefezza, Di Francesco e Listkowski. Sarà chance in Serie A, dunque, per il polacco (mai in vendita, su cui c’era stato il solo interesse del Goztepe lo scorso mese), probabilmente non per Francesco Di Mariano. Il siciliano fa ancora parte del gruppo ma su lui l’interesse della B è tanto, al contrario della sua importanza nel rivoluzionato progetto tecnico giallorosso. Salvo sorprese, dunque, niente conferma con la conseguente necessità, numerica più che qualitativa (Corvino dixit), di allungare il parco esterni dove i salentini interverranno ancora.

E Rodriguez? A differenza di Di Mariano, la mancata citazione dello spagnolino è dovuta dal suo essere jolly offensivo. Né esterno né prima punta, con tutti i pro e contro del caso. Non che se dovesse arrivare un’occasione il Lecce lo tratterrebbe a tutti i costi, ma il classe 2001 potrebbe dare al reparto offensivo quella profondità di cui Corvino ha quest’oggi sottolineato la necessità. E non è un caso che le squadre le cui salvezze in A hanno sorpreso maggiormente nelle ultime stagioni (Spezia e Salernitana in primis) avessero rose magari non di prim’ordine, ma a tratti infinite.

42 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

42 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da Approfondimenti