Calcio Lecce
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Superlega, piano Bohr: svelato il progetto di Agnelli e Al-Khelaifi

Andrea Agnelli e Nasser Al Khelaifi hanno svelato il piano Bohr: proposto un piano alternativo alla prima Superlega

Andrea Agnelli non molla di un centimetro l’idea della Superlega. Insieme al presidente del PSG Nasser Al-Khelaifi, infatti, ha studiato il progetto “Superlega piano Bohr”, una sorta di alternativa alla prima Superlega.

Il nome del piano, come riportato da calcio e finanza, è di Niels Bohr, fisico danese del ventesimo secolo che lavorò sulla bomba atomica.

Come riportato dal quotidiano francese l’Equipe, l’incontro con Al-Khelaifi di cui parla Agnelli avvenne nell’autunno del 2020, circa sei mesi prima del lancio nell’aprile 2021 della Superlega sostenuta da Real Madrid, Barcellona e Juventus, con il consenso di altri nove grandi club. Il progetto “Bohr” era stato invece promosso dal presidente del PSG ed elaborato da una società britannica.

Ma cosa prevederebbe questo progetto? Il piano Bohr prevede una competizione disputata da 14 club con i redditi più elevati, altre società invitate (Lione e Milan) e gli ultimi provenienti dalle competizioni europee e non più direttamente dal loro campionato, per un totale di 24 squadre.

Il format

I 24 club sarebbero stati divisi in quattro fasce da 6 ciascuno. Da lì, seguendo il format “svizzero” previsto anche per la nuova versione della Champions League, ogni squadra nella prima fase avrebbe disputato 32 incontri, 16 in casa e 16 in trasferta. Alla fine, solo alcune di queste squadre sarebbero state eliminate, mentre le altre si sarebbero affrontate in incontri di andata e ritorno negli ottavi di finale, nei quarti di finale e in semifinale, con la finale che si sarebbe giocata in gara secca.

Nel progetto Bohr, l’UEFA sarebbe stata coinvolta, poiché è scritto che avrebbe dovuto “Garantire la legittimità della competizione ed essere l’unico distributore a livello di solidarietà (degli aiuti versati agli altri club).” Resta da vedere se l’organismo avrebbe accettato un’idea del genere o se si sarebbe opposto ad essa, come ha fatto con la Superlega. Dal punto di vista finanziario, i progettisti di questa nuova competizione speravano di raccogliere 12,2 miliardi di euro all’anno e di redistribuirne 8,2 ai club.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

La Superlega può diventare realtà dopo la storica sentenza della Corte UE. Noi di CalcioLecce...
Sentenza storica da parte della Corte UE, che legittima la creazione di una lega parallela...

Superlega, un punto a favore dell’Uefa questa mattina, in attesa a marzo della pronuncia vera...

Dal Network

L'allenatore ha parlato alla Gazzetta dello Sport nel giorno di Verona-Udinese, sfida tra due sue...
Il centrocampista equatoguineano ha parlato dell'importante match in programma domenica contro la squadra di Luca...
Piove sul bagnato in casa Salernitana, prossima alla retrocessione in B dopo una stagione disgraziata:...

Altre notizie

Calcio Lecce