Resta in contatto

News

Le pagelle del Napoli: Harakiri Gattuso, difesa da incubo

Difficile trovare delle eccellenze in un pomeriggio buio per la formazione partenopea. Il Lecce ringrazia e porta a casa tre punti.

Ospina 5,5 -Ha evidenti responsabilità in occasione del primo gol. Nella ripresa tiene a galla il Napoli per poi inchinarsi alla magia di Mancosu.

Di Lorenzo 5,5 – Non fa un figurone quando si perde in area Lapadula, non proprio un watusso, in occasione del secondo gol.

Maksimovic 5,5 – Quando può gioca in anticipo e riesce spesso ad avere la meglio sui centravanti giallorossi. Ma si perde nella mediocrità generale della retroguardia partenopea.

Koulibaly 5 – Da incubo il ritorno in campo. Non segue Lapadula, unico uomo alle spalle, che approfitta della respinta di Ospina per il vantaggio. Falco se lo sogna questa notte.

Mario Rui 6 – Parte benissimo mettendo in più occasioni in difficoltà Rispoli. Poi come il Napoli in avanti abbassa il baricentro inizia a soffrire anche lui il palleggio del Lecce.

Lobotka 6 – Nell’inizio dominante del Napoli si esalta, facendo scorrere velocemente il pallone. Viene sostituito all’intervallo per avere un attaccante in più (dal 45′ Mertens 6 – Dà più imprevedibilità all’attacco)

Demme 6 – Il duello con Deiola a centrocampo è tra i più belli ed esaltanti dell’incontro e spesso ne esce vincitore, quando però la squadra si allunga lui perde le distanze e sparire dal gioco. Nel finale però trova l’assist per il gol di Callejon

Zielinski 5,5 – Ha sul piede l’assist per Milik che sbaglia clamorosamente, un errore che segna inevitabilmente una gara che si sarebbe messa in discesa.

Politano 5,5 – Inizia bene, saltando l’uomo e arrivando sempre sul fondo. Col passare dei minuti perde lucidità e porta troppo palla sprecando occasioni importanti. (dal 61′ Callejon 6 – Trova il gol del 3-2 con una bella girata che però vale solo un recupero all’assalto del pareggio)

Milik 5,5 – Pomeriggio da dimenticare. Realizza un gol che stava per sbagliare da zero metri, prova a prendersi un rigore che nemmeno il VAR. Poco preciso nelle giocate, lento e prevedibile, una manna per i difensori giallorossi.

Insigne 5,5 – Non una grande giornata. Si muove anche bene, ha sul suo piede il pallone del 2-1, dove si fa ipnotizzare dal Vigorito. Dopo l’errore si spegne e sparisce dal campo (dal 77′ Lozano sv)

Gattuso 5 – Prende sotto gamba il Lecce, manda in campo troppi giocatori non al top della condizione e alla lunga si fa sorprendere da una squadra con più voglia e quantità della sua.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Sondaggio sul mercato invernale: plebiscito dei tifosi, Corvino-Trinchera promossi a pieni voti

Ultimo commento: "Tu non mi sembri proprio italiano…non offendere Corvino e Trinchera"

SONDAGGIO – Che voto merita il mercato invernale del Lecce?

Ultimo commento: "Al contrario di tanta melma ti fa onore"

SONDAGGIO – Qual è la più bella maglia della storia del Lecce?

Ultimo commento: "Questa è la prima maglia per me per il Lecce modificando gli stemmi e inserendo a sinistra del cuore lo scudetto e a destra la Lupa con il numero di..."
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da News