Resta in contatto

News

Gravina: “La cosa più bella? I bambini che escono di casa con in braccio il pallone”

Il presidente della FIGC ha parlato al magazin Riparte l’Italia, facendo il punto della situazione di ciò che sono stati questi mesi in cui il calcio sta convinvendo con il coronavirus.

INIZIATIVE. “Come federazione siamo partiti col mettere a disposizione della Protezione Civile di Firenze il Centro Tecnico Federale di Coverciano, il quale per 40 giorni ha ospitato 48 pazienti positivi al Covid-19. Grande successo hanno riscosso, inoltre, le iniziative #leregoledelgioco e #loScudettodelCuore, ideate per promuovere i comportamenti responsabili ai tempi del coronavirus grazie al coinvolgimento delle Azzurre e degli Azzurri. Al tempo stesso abbiamo voluto celebrare tutte le categorie professionali impegnate nella lotta all’epidemia assegnandogli uno scudetto simbolico. Le due campagne insieme hanno avuto ampio risalto, facendo registrare oltre 25 milioni di contatti sui media e più di 10 milioni di contatti sui social FIGC”.

PASSIONE. “Finalmente, una volta superata la fase più critica della pandemia, siamo tornati a rivedere le immagini più belle. Come i bambini che hanno ricominciato ad uscire di casa con il loro fedele compagno di giochi sotto il braccio, il pallone. In fondo, quello che affermava Jorge Luis Borges è poesia, ma anche una splendida realtà“.

NUMERI. “Le ragioni profonde della volontà della FIGC di ripartire sono da ricercare nell’impatto reale che il calcio ha sull’Italia. Si tratta di un movimento che coinvolge 4,6 milioni di praticanti, con circa 1,4 milioni di tesserati, di cui 833.000 calciatori tesserati nell’ambito dell’attività giovanile. Economicamente parlando, il fatturato diretto generato dal settore calcio è stimabile in 4,7 miliardi di euro. Di questa cifra, il 23% viene prodotto dai campionati dilettantistici e giovanili, dalla FIGC e dalle leghe calcistiche (1,1 miliardi di euro), mentre il restante 77% (3,6 miliardi) dal settore professionistico. Ragioni eloquenti per cui è necessario tornare in campo”.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da News