Resta in contatto

Pagelle

Le pagelle del Lecce: Mancosu e Falco, orgoglio giallorosso. Dietro sono errori da Serie B

Bologna-Lecce, le pagelle dei giallorossi: il capitano la riapre, il 10 di Liverani stava per tenere i suoi in A a suon di magie. Lapadula e centrali, errori decisivi

Gabriel 6,5 – Un gran pezzo di Serie A se ne va, ma con le sue parate per poco non manteneva quasi da solo in corsa salvezza i suoi. Impossibilitato ad opporsi alla furia felsinea iniziale, con un paio di prodezze tiene vivi i giallorossi. Attento e preciso anche nella ripresa, vedi miracolo su Santander, ma su Barrow deve alzare definitivamente bandiera banca

Donati 6,5 – In difficoltà come tutto il Lecce nei minuti iniziali, è l’unico che non crolla di fronte alle giocate rossoblu, di Barrow in primis. Anzi nella ripresa, prima di arrendersi alle fatiche muscolari, toglie al gambiano un gol già fatto con un recupero da centometrista. Offre un assist d’oro a Falco nell’azione della traversa

dal 60′ Rispoli 6,5 – Entra bene in campo, in entrambe le fasi, e partecipa da protagonista alla furia giallorossa della ripresa. Un paio di cross interessanti ed una discesa che per poco non vale il gol del pari. Dietro sempre pulito

Lucioni 5,5 – Va premesso che dalla mezz’ora in poi è un gigante che non lascia passare una mosca. Partiamo dalla fine, perché l’inizio purtroppo è un disastro senza soluzione di continuità. Umiliato dal 40enne Palacio, non esce su Soriano, per non parlare di Barrow che lo asfalta, pur non negandogli una ripresa orgogliosa

Paz 5,5 – Vedi Lucioni, verrebbe quasi da dargli 8 per la grinta e la voglia di riscatto che ci mette quando, annichilito dagli avanti rossoblu, reagisce rimettendo le cose in chiaro e lasciandogli, alla lunga, le briciole. Fa meno errori di Lucioni, anche se il gol iniziale è figlio di una sua pessima opposizione a Barrow. Davvero un peccato, anche per l’infortunio nel momento clou della difesa

dal 79′ Meccariello 6 – Domina ogni pallone nei minuti finali

Dell’Orco 5,5 – Va a passeggio nel primo tempo, messo in crisi da un pur timido Skov Olsen. E’ però in bella compagnia, sebbene in fase offensiva, lui mancino naturale doveva fare certamente meglio. Nella ripresa alla lunga riesce grossomodo a riabilitarsi, parzialmente, anche lui

Mancosu 7 – Timido e impacciato all’inizio, con il passare dei minuti la sua grinta da capitano viene fuori ancor più della qualità. La riapre di petto prima dell’intervallo, poi nella ripresa ci prova due volte ed incanta soprattutto in chiave assist, come quando offre a Lapadula un cioccolatino che l’attaccante spreca da due passi

Tachtsidis 5,5 – Entra in campo con 10 minuti di ritardo, ma è in bella compagnia. Gioca troppo alto, sbaglia qualche pallone anche semplice ed il tutto va a favore del dominio felsineo della prima mezz’ora. Quando prende in mano il pallino del gioco, però, il Lecce inizia a girare alla grande

dal 60′ Petriccione 6 – Regge l’impatto con il match ed il pressing emiliano, peccando solo in iniziativa. Almeno all’inizio, perché poi, quando il Lecce domina, quasi ogni azione parte dai suoi piedi. Meno bene come schermo difensivo

Barak 6,5 – Non traballa ad inizio gara, unico a reggere l’impatto con l’efficacia rossoblu. Dalla fine della prima frazione prende per mano i compagni, inventa assist a ripetizione e gli manca solo la pericolosità in zona gol, quest’oggi latitante. Fisicamente va in surplus, pur con energie esaurite e passo non esaltante, e non molla fino all’ultimo minuto, quando serve un colpo di tacco a Mancosu, forse atterrato fallosamente in area

Falco 7,5 – MaraFalco is back, finalmente. Anche lui formato diesel come i compagni, è il primo a sfiorare il gol con un arcobaleno che sfiora l’incrocio. Nella ripresa è inarrestabile per gli avversaria: colpisce la traversa, pareggia con una giocata strepitosa, in diagonale per un soffio non la ribalta. Avrebbe meritato di riaprire il campionato della sua squadra, oggi condannata anche dalla sua sfortuna

Saponara 5 – Molle, svogliato, in ritardo, praticamente assente. E’ un trequartista formato vacanza quello che arriva a Bologna, e non entra praticamente mai in partita. Perde ogni contrasto

dal 60′ Majer 6 – Tra gli ingressi della ripresa giallorossa è il meno scintillante. Lo sloveno paga la cattiveria negli ultimi venti metri, sia al tiro che al momento del passaggio decisivo. Peccato, perché si muove davvero in maniera perfetta

Lapadula 5 – E’ lui la delusione odierna dell’attacco giallorosso. Mentre i compagni, almeno alla lunga, entrano alla grande in partita, la punta di Liverani latita non certo nella lotta, ma nell’utilità in zona gol assolutamente sì. Si veda quel colpo di testa al lato che sarebbe valso una grossa fetta di speranze salvezza: l’essere malmesso fisicamente ha fatto il suo

All. Liverani 5,5 – Va bene tutto: il Lecce, dalla mezz’ora in poi, entra in gara, subisce via via sempre meno e, nel secondo tempo, domina tanto da meritare rimonta, vittoria, e fetta di speranze salvezza. Purtroppo c’è però prima un approccio al match che nemmeno nelle amichevoli con la rappresentativa montana di turno. E questa è l’ennesima gara-clou in cui ciò accade, forse l’ultima. Il bel gioco, dinanzi ad una retrocessione, può passare parzialmente in secondo piano

10 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
10 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Sulle rete del 3-2 l’errore parte a centro campo… buttarlo a terra a centro campo no? Al 93 esimo meglio un espulsione che un goal e di conseguenza poi una difesa troppo lenta per andare a coprire… gabriel il suo dovere l’ha fatto parando il primo tiro poi ovviamente 4 attaccanti contro un portiere non è che può fare miracoli…. colpa del resto della squadra… e di liverani…. sul 2 a 2 hai almeno 3 a mezzo servizio sennò a zero proprio… maledizione hai un altro cambio usalo…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Fermi tutti: prendere 2 reti nei primi 6 min non è solo demerito della difesa, ma di un centrocampo che ha lasciato filtrare le azioni. E chi erano i due mediani a inizio partita? Tachsidis (fin troppo discusso) e Barak (in un ruolo non suo), mentre Petriccione e Majer guardavano dalla panchina! Inoltre – non dimentichiamolo – l’impostazione di avvio non è determinata dagli uomini in campo, ma dalle disposizioni dell’allenatore, che decide appunto in che modo avviare la partita. Il pressing alto e il forcing iniziale per sorprendere gli avversari ci sono costati 9 punti contro Sassuolo, Fiorentina e… Leggi il resto »

Seba
Seba
3 mesi fa

Il Palazzo ha deciso che dobbiamo retrocedere….ci riproveremo l anno prossimo….io sto già festeggiando la serie A riconquistata!….forza LECCE mia sempre……BARI SUCA

Paolo
Paolo
3 mesi fa

Meluso: game over

Bar BIGGI
Bar BIGGI
3 mesi fa

La fortuna non e assolutamente dalla nistra parte,,,come dice LIVERANI tra cagliari genoa e bologna almeno 4 punti da prendere ,,,invece solo1,, a differenza del GENOA che ne incamera 7,,, comunque il problema del LECCE neopromosso resta la difesa,, sempre a dover rimontare non va assolutamente,,,anche oggi errori di impostazione per un filtro che non esiste,,,PETRICCIONE ERA L UNICO DA TURNO DI RIPOSO E NON GIOCA???ASSURDA SCELTA MISTER,,,poi DELL ORCO,,,Il bel gioco ma il 3 a 2 , ma le sembra possibile prendere quel gol???va bene cercare la vittoria, ma almeno 2 dietro!!!Esperienza zero della serie A da te che… Leggi il resto »

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Errori da serie b? Sicuri?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Ma dai, Mancosu quest’anno è l’ombra di sé stesso. Anche oggi ha fatto poco.

El Marinero
El Marinero
3 mesi fa

Game over….. L’importante che il nostro Presidente scelga un ottimo d. s…… e ci riproveremo.

Luca
Luca
3 mesi fa
Reply to  El Marinero

Aspetta e spero. Il culo prima o poi il culo finisce. Serie b serie b

Requenzino
Requenzino
3 mesi fa
Reply to  Luca

Suca sempre!!!

Advertisement

Pedro Pablo Pasculli

Ultimo commento: "Un sogno che speriamo ritorni con un giovane di pari valore"

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Grande Carletto indimenticabile!"

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Beto Beto Beto mina la bomba! Mina la bombaaa! LU meghiu."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "L'ho visto crescere, abitavamo a pochi metri alla Staffa, alla 167. É stato un ottimo giocatore di A e B. Come allenatore non saprei, ma a lui come a..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Una classe cristallina"
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Pagelle