Resta in contatto

Approfondimenti

Dopo 7 anni è di nuovo manita esterna. E si va alla sosta da miglior attacco del campionato

Le cinque reti rifilate a domicilio alla Virtus Entella rappresentano un record in epoca recentissima, e consentono al Lecce di andare in testa alla classifica dei gol fatti.

Il Lecce ed il pokerissimo all’attivo si ritrovano dopo ben sette anni. L’1-5 di ieri sera alla Virtus Entella rappresenta infatti il più roboante successo giallorosso dal 2013 ad oggi, ovvero da quando l’undici guidato ai tempi da Franco Lerda vinse per 2-5 al Del Duca di Ascoli. Nell’occasioni mattatori della netta vittoria furono Bogliacino e Zigoni, autori di una doppietta a testa, oltre che Ferreira Pinto.

Il netto successo contribuisce poi ad una classifica eloquente circa l’essersi ormai sbloccato dell’attacco giallorosso: quella dei gol fatti. Con 13 reti all’attivo il Lecce è infatti il miglior attacco del torneo, anche se nove squadre contano una gara in meno e due addirittura due in meno. In ogni caso, al netto di clamorose goleade, anche dopo la sosta i salentini dovrebbero guidare questa speciale classifica. Sembrano lontani i tempi delle sfide con Pordenone e Brescia, in cui l’undici di Corini fece troppo poco in zona d’attacco. L’importante, ora, sarà continuare sulla strada intrapresa.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Con olivieri in campo giochiamo sempre con un uomo in meno io da profano me ne sono accorto come mai i responsabili non riescono a vedere"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Hai perfettamente ragione"

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Vucinic una "punta di diamante" la definizione corretta ."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Classico di chi non sa argomentare, girarla sul piano personale. Il tuo? Solo pregiudizio e necessità di sentirsi duro e puro senza averne fisiologia..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ottima scelta quella di ingaggiare quelli tra loro che possono ancora lavorare per il Lecce, anche se piu di lavoro dovremmo chiamarla passione"
Advertisement

Altro da Approfondimenti