Resta in contatto

Esclusive

Sticchi a CL: “Palaia mi ha ferito. Liverani? Mi dispiace, stavamo facendo qualcosa di unico”

Il presidente dell’Unione Sportiva Lecce ha concesso una lunga intervista al nostro quotidiano. Ecco la seconda parte, dove, oltre al bilancio sulle ultime gare, Saverio Sticchi Damiani si pronuncia su temi caldi: l’esonero di Fabio Liverani e le dichiarazioni di Peppino Palaia.

Parlando di campo, si sottolinea il periodo difficile nelle ultime gare con dei leggeri miglioramenti negli ultimi appuntamenti. Il ritorno di Corini sembra aver ridato un po’ più di smalto alla squadra ben difesasi contro il Monza.

“Bah, non è stato un periodo brillante. C’è stata l’emergenza in attacco. Davanti non abbiamo avuto ricambi, gli unici giocatori che si sono resi disponibili sono stati Coda e Stepinski, più Rodriguez, un ragazzo che abbiamo scoperto per soli 8 minuti. Ora recuperiamo tutti i nostri effettivi, abbiamo recuperato il nostro mister e spero che la squadra possa tornare a essere brillante. Faccio però un monito. Mi piacerebbe che il mio Lecce recuperi la serenità e la leggerezza avute al primo anno di Serie B. La squadra risente un po’ delle retrocessione, vorrei un po’ di leggerezza ed entusiasmo. Su quest’aspetto è importantissimo l’apporto dei nuovi. Lo so, le retrocessioni lasciano strascichi ma voglio vedere quotidianamente facce più spensierate. Giocare a calcio oggi è un privilegio, e farlo a Lecce è un privilegio ancor più grosso”.

La settimana è stata anche caratterizzata dalla conclusione del rapporto tra Liverani e il Parma. Cosa si sente di dire a riguardo? Ha sentito il tecnico?

“Devo dire la verità: a me è dispiaciuto sebbene le nostre strade si siano interrotte bruscamente. Il Lecce aveva deciso di proseguire il suo rapporto con Fabio Liverani nonostante la retrocessione. Volevamo fare qualcosa di unico, prolungando anche l’accordo con tanto di ritocco. Come ben sapete, la rottura brusca e per noi inaspettata,  ma gli avvenimenti non devono rovinare quello di bello che c’è stato. La scalata del Lecce dalla C alla A con lui in panchina resterà nei libri di storia. Non ci siamo sentiti dopo l’esonero, ci siamo solamente scambiati gli auguri di Natale. Voltando pagine, vorrei dire che l’Unione Sportiva Lecce è la società giusta per equilibrio e progettualità. Oggi siamo concentrati affinché Eugenio Corini si possa sentire bene per esprimersi al massimo. L’Unione Sportiva Lecce ragiona in un’ottica progettuale e gli allenatori sono messi nella condizione di far meglio per esprimersi. Non ci snatureremo. La storia con Liverani è stata bellissima, ma l’unico pensiero odierno è rivolto a mister Corini e alle cose da fare per permettergli di lavorare al meglio”.

Durante le partite sentiamo costantemente le sue urla per caricare la squadra in campo. Nonostante tutto, oggi tende più a trattenersi o la passione prende sempre il sopravvento, soprattutto in occasione di qualche episodio?

“Assolutamente, non ho alcuna intenzione di trattenere la mia natura. La mia voce serve per incitare ai ragazzi in campo. Con lo stadio vuoto, cerco di far sentire una voce amica ai nostri calciatori, rispettando però sempre gli avversari. Non riesco a stare zitto. Fuori casa, però, il discorso cambia. Mantengo un contegno diverso, sto zitto per tutta la gara ed evito anche di esultare per una forma di rispetto verso il club che ci ospita. Dall’altra parte, sono sincero. Quando noi ospitiamo gli altri non amo sceneggiate esagerate in tribuna in occasione delle reti avversarie”.

Ieri, hanno destato scalpore le dichiarazioni del dottor Giuseppe Palaia. L’ex responsabile medico ha accusato la società, specificatamente lei e il direttore tecnico Pantaleo Corvino, di non aver organizzato un incontro chiarificatore con Fabio Liverani, vera causa della sua decisione di dare le dimissioni dopo una collaborazione lunghissima…

“Quando Peppino Palaia dice che ‘mi ha cresciuto’ è vero. Mi conosce da quando ero ragazzino. Anche io però gli ho dato una grande mano quando visse il rischio di vedersi gettata addosso un’ombra alla carriera di medico sportivo in occasione della squalifica comminata a lui e a Marcello Cottafava per doping. Il dottor Palaia ha l’età di mio padre, sentire le allusioni da lui fatte su me e Pantaleo Corvino mi ha ferito. Devo dire che nella sua descrizione dei fatti ha omesso alcuni passaggi fondamentali risalenti a degli eventi accaduti in estate. Aggiungendo questi fatti salienti, non menzionati nel suo racconto, la considerazione di me e Pantaleo Corvino sarebbe stata decisamente diversa. Perché lo abbiamo trattato sempre con grande affetto e rispetto. Chiudo con un inciso. Il suo reintegro nella famiglia dell’Unione Sportiva Lecce è stato deciso da me dopo la gestione della famiglia Tesoro”.

La prima parte dell’intervista: il punto sul calciomercato del Lecce

Qui la terza parte dell’intervista: il lavoro programmatico del Lecce

16 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
16 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Massimo
Massimo
13 giorni fa

Tutti uniti con il Presidente💪🏿💪🏿💪🏿

Commento da Facebook
Commento da Facebook
14 giorni fa

La bravura di un allenatore si vede nel capire in che categoria ti trovi, la qualità dei giocatori che hai a disposizione sia a livello tecnico che umano e se trovi in serie a e ti accorgi di essere inferiore alle altre squadre,rispolveri il gioco di rimessa.Vedi Verona e impara.

Nninu
Nninu
14 giorni fa

Sarebbe auspicabile un incontro chiarificatore a tutela dei buoni rapporti a prescindere dall’aspetto professionale o dall’incarico nel Lecce. Stiamo parlando di 2 persone per bene testimoni della storia del Lecce passata, presente e futura

Commento da Facebook
Commento da Facebook
15 giorni fa

Palaia ha detto semplicemente la verità. Ma il principino si è offeso. Perché vale solo il suo credo e guai se si mette in discussione.. 😡😡😡😡

Commento da Facebook
Commento da Facebook
15 giorni fa

Le dichiarazioni mi sanno tanto di una finestra( seppur piccola ) sempre aperta per liverani se malauguratamente dovesse interrompersi la collaborazione con Corini un domani,si intuisce che non sono rimasti malissimo visti gli auguri di Natale ed il dispiacere del presidente per l esonero a parma;inoltre sembrerebbe che nella lite Palaia -liverani ,SSD sia più dalla parte del mister! è una mia impressione sia chiaro

Commento da Facebook
Commento da Facebook
15 giorni fa

Un grande presidente un grande professionista e un grande uomo oltre che e uno dei protagonisti della rinascita del calcio leccese detto questo come si dice da noi LI GUAI TE LA PIGNATA LI SAPE LA CUCCHIARA CA LI GIRA! COMU TOCCA SE SENTENU SEMPRE LE 2 CAMPANE SU COME SONO ANDATI I FATTI NON ME NE VOGLIA NESSUNO IO STO CON IL PRESIDENTE!

Gianni Grasso
Gianni
15 giorni fa

Gran Gentilmen il ns. Presidente 👏👏👏

Gipo
Gipo
15 giorni fa

Abbiamo un PRESIDENTE TOP inizierei a dirgli grazie appena sveglio e finirei prima di addormentarmi. Presidente non cambi il suo modo di fare, dopo i Tesoro siamo passati ad una società fatta di grandi persone che mi danno sicurezza e orgoglio. GRAZIE.

Antonio
Antonio
15 giorni fa

Persona di grande equilibrio e di grande buon senso. Una fortuna per il Lecce e per Lecce!!

Robe
Robe
15 giorni fa

Io sto con il presidente

luca
luca
15 giorni fa

Grande presidente, Dott. Palaia va banne

Commento da Facebook
Commento da Facebook
15 giorni fa

Palaia vada in pensione che è soprattutto colpa sua se i calciatori lo scorso anno erano sempre rotti 😑

Commento da Facebook
Commento da Facebook
15 giorni fa

Un presidente di gran classe, un vero gentiluomo.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
15 giorni fa

Grande Pres.

Giulio
Giulio
15 giorni fa

Grande presidente

Commento da Facebook
Commento da Facebook
15 giorni fa

Io sto col presidente

Advertisement

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Luca vedi che mazzone era un allenatore non giocatore.....ahahahah"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Con la maglia giallo-rossa fece impazzire un certo Cabrini (LECCE 2 JUVE 0 con gol suo) Kekko ha i colori giallo-rossi nel cuore è e sarà per sempre..."

Pedro Pablo Pasculli

Ultimo commento: "Grandissimo"

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Un grande ottima visione di gioco nel centrocampo dell'epoca."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Una classe cristallina"
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Esclusive