Resta in contatto

L'angolo dell'avversario

Penna in trasferta – Ripandelli (CalcioGrifo): “Perugia dall’animo battagliero. Contro il Lecce servirà…”

A un giorno dalla sfida di campionato, ci siamo confrontati con il collega che segue le sorti degli umbri.

Il Perugia ha perso solo una gara in campionato e nelle ultime quattro ha incassato solo un gol. A cosa si deve lo stato di salute del Grifo?

“Al gruppo. Il Perugia ha imparato dai propri errori che hanno portato alla retrocessione di due anni fa e scegliendo Giannitti come direttore sportivo ha voluto dare un peso importante all’aspetto caratteriale oltre che tecnico di giocatori e allenatori. La squadra è consapevole del proprio valore e dei propri limiti ma ha animo battagliero e prova a giocarsela con tutti. Alvini ha portato mentalità, la squadra ha reso secondo i dettami del tecnico”.

Che strategie potrebbe usare alvini per contrastare il Lecce e che percezione si ha lì della forza dei salentini

“Il Lecce è una della favorite per la vittoria del campionato in una stagione in cui sono in tante però ad ambire alla promozione. Con Cremonese, Benevento e Brescia il Perugia ne è uscito alla grande. L’impressione è che il Lecce possa avere un qualcosa in più. In conferenza Alvini ha detto che guarda al Perugia e non all’avversario e quindi vorrà scendere sempre con aggressività e voglia di dominare il gioco. Sicuramente non attenderà i salentini sapendo che Strefezza e Mariano sono in grado di tagliare il campo, creare spazio e inventare la giocata”.

Sulla carta, e per ammissione del direttore generale Comotto, il Perugia punterà a salvarsi. È questo secondo te il reale obiettivo massimo del Perugia?

“L’obiettivo è quello. Il Perugia sotto la gestione Santopadre è quasi sempre andata ai play off, ma come dicevo la retrocessione scotta ancora. Quindi il primo obiettivo rimane la salvezza, che continuando su questa strada si potrebbe raggiungere in breve tempo. Poi quello che verrà sarà un di più”.

Che formazione potremmo vedere in campo domani al Via del Mare?

“Difficile che dopo aver fatto una partita praticamente perfetta contro il Brescia si possa cambiare formazione. Il dubbio è Matos, che in settimana ha saltato un paio di allenamenti per influenza. Al suo posto potrebbe tornare titolare il gallipolino Carretta. Per il resto Sgarbi in difesa, Ghion a centrocampo e Falzerano a sinistra per ora sembrano essere le scelte. Anche se in conferenza Alvini ha aperto a Zanandrea schierato al posto dello squalificato Lisi. Non recuperato l’infortunato Burrai”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Perfavore Ulivieri non farebbe panchina neanche in una squadra di serie C"

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Volevo dire Curva Nord, ma è uscito Curva Sud. Un lapsus, dovuto al contenuto del mio intervento...."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Barbas era il numero 1 gli altri tutti dietro, chi non è più giovane e ha visto giocare Beto ti dice senza paura di essere smentito che era uno dei..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Per chi era tutte le domeniche allo stadio e un ricordo che ancora oggi si sente la mancanza si sente soprattutto come spogliatoio nonostante era di..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da L'angolo dell'avversario