Resta in contatto

News

Le idee di Balata: regole e risorse a chi investe nei vivai

Il “campionato degli italiani” non può fare a meno dei suoi talenti e prova a invertire la pericolosa tendenza del nostro calcio sempre più esterofilo e meno attento ai calciatori fatti in casa con esiti disastrosi

Ancora fuori dal Mondiale e a caccia di un futuro all’altezza del nostro passato, è diventata un’urgenza cambiare rotta. Abbandonare la filosofia del “risultato” e incrementare quello della “formazione” è un’esigenza non più rinviabile. Ma ripartire da quello che c’è sarebbe tutt’altro che un errore. Anzi. Anche perché la Serie B ha accentuato la propria vocazione formativa arrivando a offrire ben 13 elementi all’Under 21 impegnata nel girone di qualificazione agli Europei 2023. Scrive il Corriere dello Sport.

Certo che non può bastare, come dice il ct Nicolato. Ma allora bisogna chiedersi perché i tanti talenti valorizzati in B faticano poi a giocare con continuità in A. Anche se dimostrano che hanno qualità indiscutibili. Due nomi su tutti: Frattesi e Pobega che nelle ultime stagioni hanno giocato in B con Monza e Pordenone. Ma anche Samuele Ricci sbocciato con Dionisi a Empoli. D’altra parte, “giovani e regole” sono da sempre i cavalli di battaglia del presidente Mauro Balata da quando guida la Lega B. È impietoso il confronto tra Italia e le maggiori Leghe europee.

In Germania, a esempio, il rapporto tra i club di Serie A e B è 80/20 in termini di risorse ripartite. Regole, giovani e risorse. Magari riducendo certe commissioni “scellerate” sui contratti a favore di agenti e facendo rientrare quei soldi nel sistema investendoli sui nostri giovani che in B stanno trovando l’unico spazio disponibile. E magari sulle infrastrutture, altra spaventosa lacuna. «Sui giovani le nostre società stanno facendo molto – ribadisce Balata -, e questo lavoro si riverbera positivamente su tutto il sistema. Ma bisogna iniziare ad adottare meccanismi che premino chi investe sui vivai e valorizza i talenti italiani». 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da News