Calcio Lecce
Sito appartenente al Network

Dal mancato arrivo a Lecce alle prestazioni verso l’Europa col Bologna: occhio a Ferguson e Fabbian

I due centrocampisti faranno parte della partita di domenica

Nel destino di Lewis Ferguson e Giovanni Fabbian ci sarebbe potuto essere il Lecce. Sia il 24enne scozzese, capitano del Bologna, sia il classe 2003 cresciuto nell’Inter sono stati degli elementi valutati dal club giallorosso in due, diverse, sessioni di calciomercato.

Ferguson è stato un colpo mancato da Pantaleo Corvino. Il responsabile dell’area tecnica ha corteggiato a lungo lo scozzese in forza all’Aberdeen, superando anche la concorrenza di Milwall, Cagliari e Rangers, ma l’entrata in scena del Bologna, con offerta di 2 milioni, ha convinto il centrocampista a trasferirsi sotto le Due Torri. In un destino a volte beffardo, è spettato proprio a Ferguson imprimere l’inversione di rotta dei rossoblu con Thiago Motta, che lo ha promosso titolare, subentrato in panchina. Il suo primo gol italiano, di testa, è arrivato proprio nella vittoria (2-0) contro il Lecce.

Nelle sette reti dello scorso campionato, poi, un’altra segnata ai salentini al Via del Mare. Il guizzo di Ferguson portò il 2-3 nell’ultimo match, giocato a salvezza acquisita. Lewis, protagonista ai prossimi europei, chiuse un trittico di gare con reti dopo le firme con Napoli e Cremonese. Dopo l’andata, Ferguson, valutato ora 18 milioni, ritroverà Ylber Ramadani. I due sono legati dal passaggio all’Aberdeen. Di fatto, l’albanese sostituì l’oggi felsineo nel centrocampo dei Dons.

Per Fabbian, prima potenziale contropartita con l’Udinese nell’ambito dell’affare-Samardzic poi sfumato, il Bologna ha investito 5 milioni per tesserarlo a titolo definitivo. Nel raggiungimento dell’intesa, però, l’Inter si riserva il diritto di riacquistarlo fra due stagioni alla cifra prestabilita di 12 milioni. Il Lecce ha seguito Fabbian dopo una straordinaria stagione in Serie B con la Reggina, lasciapassare per trovare spazio e minutaggio in Serie A. Il talento di scuola neroazzurra, a segno nella gara vinta 4-2 con il Sassuolo, è a quota tre segnature, tutte giunte in vittorie. Oltre al derby, la “prima” al Dall’Ara col Cagliari (2-1) e il bis, sempre in Emilia, rifilato al Torino.

Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
17 giorni fa

Occhio a tutto il Bologna, in casa una sola sconfitta, alla prima giornata, poi 8 vittorie e due pareggj (Napoli/Genoa), squadra dalla forte difesa, che riesce a capitalizzare, anche un minimo vantaggio.

Articoli correlati

Le statistiche della gara persa ieri con la squadra di Simone Inzaghi aggiungono poco alla...
Giallorossi chiamati a cambiare diametralmente marcia nella fase clou che il calendario propone con tre...
Il confronto tra le probabili formazioni e l'undici ufficiale scelto dal tecnico del Lecce...

Dal Network

I campani restano al palo anche nella partita casalinga contro il Monza. Parole senza filtri...
Il difensore dell’Hellas ha parlato della complessa sfida di venerdì contro il Bologna, ma anche...
Il difensore leccese, condottiero della difesa degli azzurri toscani, ha parlato a Radio Serie A...
Calcio Lecce