Resta in contatto

News

GdM – Chironi: “Terzo portiere? Meglio giocare”

Il 22enne di Surbo, reduce dal prestito alla Virtus Verona, dice la sua sul futuro immediato e sulla gerarchia di portieri che si potrebbe creare nel Lecce di Serie A

Gianmarco Chironi, prodotto del vivaio del Lecce, ha parlato alla Gazzetta del Mezzogiorno di oggi. Il suo accordo con la società di via Costadura scadrà nel 2020. Resta quindi un anno di contratto dove a breve si scoprirà il suo destino. Con Liverani desideroso di avere un altro portiere di livello al fianco di Vigorito, lo slot disponibile da terzo portiere rimane uno. Almeno due tra Bleve, Chironi e Milli dovranno partire, a meno che quest’ultimo non decida di lavorare da “quarto”.

La decisione di Chironi però appare ovvia già dalle prime righe: “A 22 anni ho bisogno di giocare. E’ l’unico modo di crescere e migliorare. Non ho ancora parlato con Meluso e non conosco i piani della squadra. Restare come terzo portiere significherebbe lavorare con compagni di gran livello, ma personalmente preferirei trovare un club disposto a mettermi alla prova come titolare”. 

POSITIVITA’ VIRTUS. “L’esperienza di Verona è stata positiva. Ho avuto difficoltà all’inizio in quanto ho fatto la preparazione con il Lecce e solo a settembre sono approdato alla Vecomp. I compagni mi hanno accolto bene, ma il gruppo era al lavoro da tempo. Appena ho avuto una chance l’ho sfruttata, arrivando a 14 presenze (13 in campionato e 1 in Coppa). Non giocavo titolare dalla stagione col Nardò nel 2015/2016? Sì, e i match ufficiali mi mancavano. Il più bello è stato col Fano, alla terza presenza.  Sul campo si raccolgono i frutti del lavoro svolto in settimana. E’ stato importante dare una mano alla causa della Virtus Verona”.

LECCE. “Ho visto in streaming la maggior parte delle partite della mia squadra del cuore. Ho ammirato il gioco espresso e ho esultato ad ogni gol come se fossi in curva. In partenza si immaginava una salvezza tranquilla, nessuno si sarebbe spinto alla promozione. Si capiva da subito la solidità del gruppo. Tutto l’ambiente pian piano ha alzato l’asticella delle ambizioni e Liverani, preparatissimo, ha portato avanti un eccellente lavoro”.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Volevo dire Curva Nord, ma è uscito Curva Sud. Un lapsus, dovuto al contenuto del mio intervento...."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Barbas era il numero 1 gli altri tutti dietro, chi non è più giovane e ha visto giocare Beto ti dice senza paura di essere smentito che era uno dei..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Boniek purtroppo era invidioso di lui, perché non arrivava al suo livello. Come faceva a dirigerlo?"

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Per chi era tutte le domeniche allo stadio e un ricordo che ancora oggi si sente la mancanza si sente soprattutto come spogliatoio nonostante era di..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da News