Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Borsino portieri: Vigorito ok, mister X e il traffico dietro

Uno dei nodi più importanti del calciomercato, al via ufficiale tra poco, è il portiere. La linea della società sembra chiara: un nome affidabile da affiancare a Vigorito. Dietro, però, c’è traffico.

Porte girevoli, e non è una frase fatta. Il Lecce, al lavoro per costruire la rosa del prossimo campionato, è alla ricerca della migliore composizione della scuderia dei numeri 1. Tracciamo un bilancio delle trattative spuntate nella prima fase del calciomercato.

VIGORITO NUMERO 1 MA… Dalla stanza dei bottoni sono arrivati segnali di fiducia per il portiere sardo, alla seconda promozione in due anni. A differenza della chance non avuta col Frosinone l’anno passato, però, il Lecce gli concederà spazio. A

nche Sticchi Damiani, nelle sue frequenti uscite pubbliche, ha ribadito la scelta di concedere il massimo palcoscenico a Vigorito. Altrettanto evidente è altresì la voglia di creare un duo di potenziali titolari pronti ad alternarsi. Idealmente, si cerca un portiere che abbia già calcato la Serie A e che colga in toto la sfida del Lecce e per la titolarità.

dragowskiDRAGOWSKI. Da settimane gira il nome di Bartolomej Dragowski, reduce da una seconda parte di campionato conclusa in crescendo ad Empoli. Il polacco però ha più punti interrogativi attorno a sé. In prima istanza c’è la Fiorentina. Montella non vuole sciogliere presto le riserve, il titolare Lafont è in calo e soltanto in ritiro saranno fatte le opportune valutazioni. Il 21enne, seguito in Inghilterra da Bornemouth e Sheffield United, ha però l’ossessione della titolarità.

Un’altra lotta per il numero 1 non sarebbe accettata di buon grado da un elemento capace di snobbare gli Europei Under 21 per il posto fisso assegnato a Grabara (tra l’altro MVP nella vittoria contro gli azzurrini di Di Biagio risultata fatale).

BERISHA. In giornata si è parlato anche del portiere dell’Atalanta. Etrit Berisha ha cominciato lo scorso campionato da titolare ma si è fermato a 18 presenze (22 con le Coppe) a seguito di qualche errore coinciso con la continuità di rendimento di Gollini, guardiano dei pali da marzo all’apoteosi Champions League. L’albanese è ben voluto a Bergamo, ma le mosse della società intenta ad allestire una squadra in grado di reggere il doppio impegno combaciano con la fiducia nel portiere-rapper.

Una stagione da secondo non sarebbe augurabile. Il ruolo da dodicesimo all’Atalanta sembra appannaggio di Sportiello. Per gli altri portieri, ai fini della presentazione della lista Champions, la priorità va ai cresciuti a Zingonia. Ci sono l’interessante Radunovic, bloccato da un infortunio l’anno scorso a Cremona, Marco Carnesecchi  (2000) della Primavera e Francesco Rossi. Troppo traffico per Berisha. La Spal però al momento è in pole.

BRIGNOLI. Alberto Brignoli, bestia nera della banda Liverani, è finito nel calderone, anche se non ci sono state conferme. Nominiamo l’ex Benevento in quest’elenco in quanto verosimilmente sarà libero a parametro zero a seguito della mancata iscrizione del Palermo, che lo ha tesserato dalla Juventus nell’estate del 2018.

alberto brignoliUna stagione top aveva già attirato su di lui molte sirene. L’Empoli è il club che si muove con più insistenza negli ultimi giorni. Il 28enne resta comunque stuzzicato da una possibilità di ritorno nell’università del calcio italiano.

GABRIEL. Un altro profilo è quello di Gabriel Vasconcelos Ferreira. Il 26enne ha raccolto presenze in A da rincalzo di Milan (7 nel 2013-2014) e Napoli (4 nel 2015-2016) ma ha trovato continuità soltanto in cadetteria. La continuità di Perugia della stagione appena conclusa porta a due e mezzo i tornei da titolare. Il primo fu il Carpi dominatore della Serie B 2014-2015 e la metà è rappresentata dai mesi spesi a Empoli due anni fa dal gennaio 2017.

Altro primo posto insieme all’altro obiettivo (difficile) Sebastiano Luperto. Il brasiliano ha vinto la concorrenza di Leali e comandato la difesa di una squadra sempre in orbita play-off. L’esperto di mercato Alfredo Pedullà descrive che Gabriel sarebbe una scelta di spicco nelle gerarchie di Meluso. In più, l’atleta gradirebbe la soluzione e non avrebbe problemi al confronto con un altro potenziale titolare.

BAGARRE TERZO PORTIERE. Dietro alla coppia Vigorito-Mister X c’è affollamento per la maglia da terzo portiere. Marco Bleve ha recitato il ruolo di numero 12 in cadetteria riuscendo a dire la sua con delle buone parate. Allenarsi in un gruppo di Serie A potrebbe farlo crescere ancora, ma la chance prospettata dalla Juve Stabia neopromossa in B non è assolutamente da sottovalutare.

E’ dello stesso avviso Gianmarco Chironi, legato al Lecce da un altro anno di contratto ma desideroso di trovare un piazzamento in Serie C dopo il presito alla Virtus Verona.

Rimane il 18enne Joakim Milli, zero apparizioni lo scorso anno dopo il tesseramento dall’Eccellenza pugliese. Il discorso crescita vale anche per lui, anche se essere aggregato al gruppo di Liverani, anche per altri sei mesi, potrebbe essere cosa buona. In caso di partenza dei compagni Bleve e Chironi, però, resta un punto interrogativo la decisione di Sassanelli e Liverani su un Milli terzo anche in A.

 

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da Approfondimenti