Calcio Lecce
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Da Perugia: “Gabriel? Freddo e sicuro, ma per la A è…”

Nel day-after dell’ufficializzazione di Gabriel Vasconcelos da Silva, abbiamo contattato Antonello Ferroni, redattore di Calcio Grifo, per fare un resoconto sull’ultima stagione del portiere a Perugia.

Ieri sera, il Lecce si è assicurato le prestazioni del brasiliano, giunto a parametro zero alla corte di Liverani. Gabriel proviene dal Perugia, piazza dove ha ritrovato una continuità di gioco non sempre avuta in carriera. Il collega umbro ha dipinto un ritratto della stagione passata del nuovo estremo difensore giallorosso, partendo dal suo arrivo al Curi fino ai motivi che lo hanno portato a essere senza contratto prima del passaggio al club salentino.

IN CAMPO. “Gabriel è arrivato a Perugia con grandi aspettative. Era una promessa nel Milan e ha nel palmares due promozioni in A con Carpi e Empoli. E’ un portiere sì brasiliano, bravo coi piedi, ma europeo nelle sue caratteristiche. Interpreta il ruolo all’italiana, ecco. E’ sicuro, freddo, pacato. Ciò lo fa essere un elemento dal grosso rilievo nello spogliatoio. Nesta lo ha fortemente voluto con sé. I suoi pregi? Gioca da leader, è tranquillo, guida la difesa e nei momenti di difficoltà si fa sentire. Dall’altra parte, come ogni portiere, forse un po’ meno rispetto ad altri, soffre di cali di concentrazione“.

RENDIMENTO. “Sia chiaro, parliamo di uno dei portieri migliori, se non il migliore, della Serie B. Non ha risposto alle attese secondo me, ci si aspettava di più in termini di punti portati al Perugia per un eventuale e augurato salto in classifica. Rimane un grande portiere ma ha passato qualche momento in chiaroscuro. Le prestazioni sono sempre state quasi sopra la sufficienza. Una pagella? In B da 8, in A sarebbe da 6,5. Non è il top assoluto nella massima serie, ma il curriculum parla chiaro. Avendo militato con Milan e Napoli, ha una mentalità da grande squadra e può far bene”.

MANCATA CONFERMA. Ferroni chiosa poi sul perché il Grifo non abbia trattenuto il numero 1 nato a Unai: “Gabriel è arrivato a Perugia perché era in scadenza con il Milan. Metà ingaggio è stato pagato dai rossoneri. Quest’anno, la società non poteva assicurargli un contratto come quello dell’anno scorso“.

A LECCE. “Riprendendo la ‘pagella’ di prima, direi che Gabriel per il Lecce potrebbe rappresentare un salto di qualità. E’ da vedere come vivrà il confronto con Vigorito, se ci sarà concorrenza per la maglia numero 1 o si formeranno gerarchie nette. Saranno da analizzare tutte le reazioni. Qui a Perugia il secondo era Perilli, quindi il posto da primo era assicurato anche in caso di errori”.

Scopri la scheda tecnica di Gabriel Vasconcelos da Silva.

 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Lo svedese sarà l'assente per squalifica di Sassuolo-Lecce. Solo due tesserati dovranno stare attenti al...
lecce empoli
I giallorossi, la squadra che ha realizzato più gol negli ultimi minuti, dovranno sfatare dei...
I neroverdi, al momento penultimi, cercheranno di allungare la striscia di risultati utili seguita a...

Dal Network

Il centrocampista equatoguineano ha parlato dell'importante match in programma domenica contro la squadra di Luca...
Piove sul bagnato in casa Salernitana, prossima alla retrocessione in B dopo una stagione disgraziata:...
L'ex portiere, tra le altre di Chievo Verona e Palermo, ha detto la sua sulla...

Altre notizie

Calcio Lecce