Resta in contatto

Approfondimenti

Il Lecce e la rosa extra-large. Chi andrà ai margini?

Ben trentuno elementi a disposizione di Fabio Liverani. Non tutti troveranno adeguato spazio entro la prossima finestra di mercato.

Allo scadere del mercato estivo, il Lecce si è trovato con una rosa forse più ampia di quanto potesse immaginarsi prima. Sono ben 31 infatti i calciatori a disposizione di Fabio Liverani, lista dalla quale è stato escluso, come già anticipato, il bulgaro Radoslav Tsonev.

Un roster decisamente extra-large, fatto che lascia intendere che non tutti i tesserati saranno impiegati con costanza e continuità dal tecnico. A partire dai portieri, ben quattro in rosa. Le gerarchie son state già decise, con Gabriel, Vigorito e Bleve rispettivamente primo, secondo e terzo portiere. Doveva andare in prestito in C Gianmarco Chironi, ma le trattative che lo avrebbero portato ad avere il giusto spazio in campo non sono andate a buon fine. Difficilmente l’ex Nardò troverà dunque sufficiente spazio.

In difesa c’è l’imbarazzo della scelta. Da destra verso sinistra, il primo elemento è in realtà un’incognita. Riccardo Fiamozzi in A infatti ci avrebbe già giocato (Genoa) senza nemmeno sfigurare. Tuttavia non si sa come il terzino destro tornerà dal lungo infortunio, dunque ad oggi un suo impiego resta poco probabile. Discorso diverso per Pierno, elemento di prospettiva ma che mister Liverani difficilmente considererà pronto per la A.

Qualche possibilità in più avrebbe Davide Riccardi, anche solo per il fatto che è uno dei soli quattro centrali puri in rosa (con Meccariello per di più infortunato). L’ex Sudtirol resta un elemento che doveva partire fino al gong del mercato, dunque non è detto che Liverani punti troppo su di lui. Zero possibilità, invece, per Luka Dumancic.

A sinistra c’è la coda. Al momento appare sempre più probabile un ballottaggio tra Dell’Orco e Calderoni, con Vera terzo incomodo. Per il baby Gallo un ruolo da protagonista in Serie A dovrebbe essere, almeno al momento, soltanto un sogno. Diversa invece la situazione a centrocampo, dove grossomodo tutti potrebbero trovare spazio. Al momento infatti solo Tabanelli ed il neo arrivato Imbula contano zero minuti all’attivo.

Per trovare degli esuberi bisogna passare all’attacco. Edgaras Dubickas, a lungo ad un passo dal passaggio al Bisceglie, alla fine è rimasto. Si è sempre allenato con i big, bisogna vedere in che ottica. E’ comunque quasi certo che, con un attacco così assortito, al lituano non resteranno nemmeno le briciole. Possibilità in più per Simone Lo Faso: l’ex palermitano è stato acquistato come promessa per il futuro, ma deve risolvere i propri problemi fisici se vuole provare a scalare le gerarchie lì davanti. E, soprattutto, evitare di essere annoverato come un “di più” della lunga rosa giallorossa.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Credo che il calcio sia un viaggio senza tempo dove le bandiere i miti che personificano una squadra rimarranno nella memoria degli anziani che un..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ricordi bellissimi grandissimo campione maradona lo voleva al napoli insieme a lui ma avevano tanti giocatori in quel ruolo perciò immaginate un..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Un mito per questi colori, sarebbe bello che attorno al via del mare si costituisse un percorso delle stelle per dare un tributo a tutti queste grande..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Ole olè"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da Approfondimenti