Resta in contatto

News

Mazzarri non cerca alibi: “Io responsabile. Il Lecce ci ha graziato. Sul VAR…”

L’allenatore del Toro, intervenuto ai microfoni di Sky, elogia la banda Liverani ma bacchetta i suoi, imprecisi e molli nell’approccio alla gara.

Walter Mazzarri mastica amaro nel dopopartita di Torino-Lecce, cercando la venia del popolo granata, presentatosi in massa all’Olimpico per la partita che poteva significare l’aggancio in vetta: “Chiedo scusa ai tifosi per la partita che hanno fatto i miei ragazzi. Ci hanno aiutato a fare ciò che di buono è stato fatto. Abbiamo sbagliato in settimana, i nazionali sono arrivati all’ultimo, ma abbiamo avuto un giorno di più per rimetterci in pista. Andavamo troppo piano, queste situazioni l’ho vissute anche l’anno scorso. Sembravano i fratelli di quelli che hanno giocato bene”.

E sui salentini, il toscano si esprime brevemente, parlando più dei suoi: Il Lecce corre, gioca bene e bisogna prima di tutto vedere il pericolo. Tre o quattro dei miei non erano loro, ma la colpa è mia. Mancato salto di atteggiamento? Al di là del possesso palla, lento, sbagliavamo molto anche sulle palle inattive. Non c’era lucidità, e non è l’appuntamento importante. Bastava concentrarsi”. 

Eloquente il commento all’azione che ha portato in rete Farias: “Il primo gol? Non esiste una lettura difensiva così“.

Mazzarri cerca di non commentare la valutazione video di Giua: “Alla mia squadra è successo tante volte dopo aver messo sotto e schiacciato l’avversario. Il Lecce poteva farci il secondo e il terzo gol, non guardo l’episodio ma preferisco guardare la prestazione, VAR o non VAR. Oggi abbiamo mancato la mia intesa di calcio. Non voglio cercare scuse, mi assumo le responsabilità”.

Il focus è sempre lì: “I passaggi però non vanno sbagliati, ma non ci possiamo attaccare a questo. Dobbiamo fare il salto di qualità facendo le nostre cose. Forse non ho fatto terrore ai ragazzi, dovevo inventarmi qualcosa. Avevo preparato la pressione sugli esterni, dove c’era più spazio. Ma, ripeto, eravamo lenti. Sembravamo aver dimenticato il nostro gioco”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Credo che il calcio sia un viaggio senza tempo dove le bandiere i miti che personificano una squadra rimarranno nella memoria degli anziani che un..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ricordi bellissimi grandissimo campione maradona lo voleva al napoli insieme a lui ma avevano tanti giocatori in quel ruolo perciò immaginate un..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Un mito per questi colori, sarebbe bello che attorno al via del mare si costituisse un percorso delle stelle per dare un tributo a tutti queste grande..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Ole olè"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da News