Resta in contatto

Pagelle

Le pagelle del Napoli: Llorente e i due gol più facili della carriera. Muro Koulibaly

Lecce-Napoli, le pagelle azzurre: Ospina tra miracoli e rigori regalati. Insigne e Milik al minimo sindacale.

Ospina 6 – La sua partita è tutta in due strepitose parate su Majer e Tabanelli, ma anche in un’assurda uscita che porta al rigore di Mancosu

Malcuit 6 – Inizialmente in sofferenza su Farias, alla lunga gli prende le misure. Si propone poco, e quando lo fa non fa grandissime cose

Maksimovic 6 – Parte malino, e Tabanelli per poco non manda in gol Farias dopo aver vinto un contrasto con lui. Alla lunga viene fuori il suo strapotere fisico

Koulibaly 6,5 – Solo Mayer riesce a metterlo in difficoltà negli ampi spazi del primo tempo, più Falco una mezza volta. Dopodiché è dittatura pura

Ghoulam 6,5 – Come tutta la linea a quattro di Ancelotti non ha un grande approccio al match, ed è anche costretto al giallo sul Falco. Si riabilita a suon di grandi calci d’angolo e imbastendo perfettamente l’azione del poker azzurro

Ruiz 7 – Gli abbiamo visto giocare gare migliori, ma quando col suo mancino disegna l’arcobaleno del tris c’è solo da applaudirlo. Poche giocate, tutte belle

Zielinski 6,5 – Si nasconde per quasi tutto il match, con il Napoli che predilige partire dagli esterni per poi convergere. Il suo miglior lavoro è il pressing che manda ko Tachtsidis e quasi Mancosu

Elmas 6 – Esordio da titolare in campionato in cui dimostra sia di essere da Napoli che di avere diversi ambiti in cui migliorare. Ottimi inserimento, qualche volta si perde l’avanzata giallorossa

dal 74′ Callejon 6 – Corsa finale per sostenere il giropalla azzurro

Insigne 6,5 – Prestazione onesta, certamente non da campione. Quasi zero fino al rigore, che per di più aveva inizialmente sbagliato. Nella ripresa conferma lo stesso trend positivo ma non troppo

Llorente 7 – Primi gol e prima doppietta italiana per lo spagnolo. Probabilmente la più facile della sua carriera, visto che si tratta di due passaggi facili facili a porta sguarnita. Bene nel lavoro per la squadra

dall’86’ Luperto sv

Milik 6 – Sornione pressoché per tutto il match, all’improvviso si accende e propizia il gol del vantaggio partenopeo con un mancino respinto. Poi sparisce di nuovo

dal 73′ Lozano 6,5 – Non tanti minuti, ma ben due insidiosissime conclusioni sventate da Gabriel

All. Ancelotti 7 – Se il Napoli non disputando una gara così straordinaria raccoglie un 1-4, non possiamo immaginare cosa avrebbe potuto fare con tutti i titolari ed andando a mille. E’ a capo di una corazzata quasi perfetta, anche con mezze riserve

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Credo che il calcio sia un viaggio senza tempo dove le bandiere i miti che personificano una squadra rimarranno nella memoria degli anziani che un..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ricordi bellissimi grandissimo campione maradona lo voleva al napoli insieme a lui ma avevano tanti giocatori in quel ruolo perciò immaginate un..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Un mito per questi colori, sarebbe bello che attorno al via del mare si costituisse un percorso delle stelle per dare un tributo a tutti queste grande..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Ole olè"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da Pagelle