Calcio Lecce
Sito appartenente al Network

Pioli: “Avremmo meritato di vincere. Siamo il Milan, dobbiamo lavorare e basta”

L’allenatore rossonero non fa drammi dopo il pareggio al debutto, coglie il positivo della partita ma non manca di evidenziare gli aspetti da migliorare nelle due aree.

Stefano Pioli analizza con pacatezza il pareggio odierno del Milan con il Lecce e, più che commentare gli errori dei singoli, preferisce pensare al futuro e agli aspetti da smussare.

LAVORO. “Che ci sia da lavorare non mi spaventa, da stasera ho tanti spunti da fare con la squadra. Molti sono positivi, alcuni sono negativi e ho bisogno di leggere le situazioni più chiare. Serve grande determinazione per 96’ e serve determinazione per chiuderla”.

MERITI NON RACCOLTI. “Avremmo meritato di vincere per la prestazione, ma se non sono arrivati i tre punti qualcosa è successo. Indicazioni per il futuro? Non dobbiamo condannare i singoli per ogni errore, giocare a calcio significa sbagliare, ero ansioso di giocare questa partita, avevo sensazioni positive e ho avuto risposte positive. È mancata solo un po’ di lucidità e ci è costato la vittoria”.

MILAN DA ONORARE. “Errori dai più esperti? E’ ora di smettere di parlare del Milan giovane, di vecchi e giovani. Siamo il Milan, siamo una squadra e se ci sacrifichiamo per noi stessi e per il compagno si beneficia e si fa un buon calcio. Certe situazioni in campo vanno migliorate, ma non è colpa di nessuno. Dobbiamo prendere il meglio dalla gioventù e dall’esperienza. Siamo il Milan, è una maglia pesante, va indossata con orgoglio e portiamo avanti dei valori”.

STAFFETTA LEAO-PIATEK.Leao mi è sembrato più brillante in questi giorni. Ho scelto lui per andare in profondità, a fine primo tempo il medico mi ha segnalato una contrattura e poi ho messo Piatek per le caratteristiche diverse. Dovevamo attaccare l’area. Non precludo niente, chi entra in campo deve dar di più e dobbiamo continuare”.

ASPETTI DA MIGLIORARE. “Bisogna lavorare su tutte le aree. Tattica, mente e fisico. Capisco che le richieste ora sono differenti. Apprezzo che la squadra ha creato tanto, concluso tanto, ma alla fine la supremazia non ti porta al risultato finale. Le aree offensive e difensive ti portano al risultato. Lì abbiamo commesso degli errori e non abbiamo vinto per quello. Ci sta però, abbiamo provato tanto in pochi giorni e il cambiamento non può essere recepito velocemente”.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

L'allenatore del Milan Stefano Pioli ha parlato alla vigilia di Champions tornando anche sulla gara...
I rossoneri battono i salentini a seguito delle reti di Sia e Scotti...

L’allenatore del Milan commenta così la partita folle ai microfoni di Dazn: “Non sono soddisfatto....

Dal Network

I campani restano al palo anche nella partita casalinga contro il Monza. Parole senza filtri...
Il difensore dell’Hellas ha parlato della complessa sfida di venerdì contro il Bologna, ma anche...
Il difensore leccese, condottiero della difesa degli azzurri toscani, ha parlato a Radio Serie A...
Calcio Lecce